F1| FERRARI: ANCORA PROBLEMI IN CASA MARANELLO

Il Gran Premio di Spagna 2019 si è chiuso con un altro dominio Mercedes. E subito Lewis Hamilton torna in testa al mondiale, davanti al compagno Valtteri Bottas, ma la Ferrari non è riuscita neanche a salire sul podio. Le due SF90 non hanno avuto le possibilità tecniche di competere con i rivali e si accontentano di una quarta posizione di Sebastian Vettel, il quale però è riuscito ad attaccare le due Frecce D’Argento in partenza, ma ha compromesso lo stato delle sue gomme.

Quinta posizione non brillante del monegasco Charles Leclerc, alle spalle della Red Bull di Max Verstappen. Nei test invernali, la Ferrari in Spagna aveva dominato quindi si attendeva una riabilitazione nonostante l’inizio di stagione disastroso e ha lasciato tutti i ferraristi con un animo triste e inquieto. Era una situazione incomprensibile ad inizio campionato, ma purtroppo le sconfitte bruciano e come.

Con una SF90 in qualifica molto veloce nei primi settori e rilassata nel terzo, malgrado il nuovo kit montato per il week-end in Spagna ma la Mercedes è in costante evoluzione in ogni gara. C’è però un elemento positivo, Vettel ci ha provato finalmente malgrado l’usura della gomma anteriore mentre il talentuoso Leclercè stato molto veloce in gara, ma deve contenersi per non pagare errori. Ha ammesso il team principal Mattia Binotto: “La SF90 perde in ogni curva a causa del sottosterzo. Non è solo il carico aerodinamico, è molto più di questo. Ma non abbiamo una risposta. Quanto ci metteremo a risolvere tutto ciò è difficile da dire”.

Antonio Del Prete

Biagio Barra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *