La Expert si piega all’Aquila Trento: 57-70 il punteggio finale. Ospiti cinici e organizzati (video)

Gli azzurri di coach Bianchi non sono riusciti ad imporsi tra le mura amiche. Seconda sconfitta consecutiva per i partenopei

di Eduardo Desiderio

E’arrivata anche la seconda sconfitta dell’era Bianchi: gli azzurri della Expert Napoli, al Palabarbuto di Napoli, non sono riusciti a conquistare una vittoria importante per la zona play off e si sono piegati ai colpi di Pascolo e Baldi Rossi, chiudendo la gara sul 57-70. Ospiti padroni del campo dall’inzio alla fine, dotati di un ottimo organico e di singoli che possono far la differenza: Elder, Forray, Trinche (oltre ai sopracitati Pascolo e Baldi Rossi) hanno creato non pochi disagi alla squadra partenopea. Cinici e disinvolti sotto canestro, hanno avuto la supremazia anche a rimbalzo.

Malaventura e compagni sono apparsi troppo sotto tono: se si esclude l’ultima frazione del secondo quarto, gli azzurri sono stati sempre sotto, almeno di 10 punti. Una partita non proprio combattiva, con bassa intensità e poca lucidità sotto canestro. Merito anche del collettivo di coach Buscaglia. In evidenza Brkic e Weaver, autori di 16 punti. Al termine della gara, i due coach ed il presidente della Expert hanno parlato della gara al PalaBarbuto.

Coach Buscaglia, Aquila Basket Trento: “Abbiamo fatto la partita che volevamo fare. Volevamo dare un buon impatto, siamo riusciti a non far correre Napoli. Non siamo ancora bravi nel gestire determinati momenti, mi auguro di migliorare. Sono comunque soddisfatto della prestazione dei miei giocatori”.

Coach Bianchi, Expert Napoli: “Dobbiamo attaccare maggiormente e difendere bene, altrimenti non andiamo da nessuna parte. Quando abbiamo aumentato la pressione difensiva, siamo riusciti ad agguantare Trento, ma non abbiamo giocato con grande intensità. Dobbiamo essere più pronti nella retroguardia”.

Maurizio Balbi, Presidente Expert Napoli: Nonostante la sconfitta di questa sera, volevo annunciare che in settimana presenteremo altri partners che ci accompagneranno nel nostro cammino. Ho avuto la conferma proprio al termine della gara”.

16 febbraio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *