Europa League: Slovan-Napoli, la sfida di Hamsik

Focus sui prossimi avversari del Napoli, in un periodo particolarmente difficile

Slovan Bratilava – Napoli è innanzitutto la sfida di Marek Hamsik. L’azzurro  ha mosso i  primi passi sui campi da  gioco della capitale slovacca, arrivando anche a detenere un record singolare: ha segnato una volta 16 gol  in una  sola partita.

 La squadra più  titolata

Nel palmares degli slovacchi 8 campionati Cecoslovacchi, 8 titoli di SuperLiga slovacca e una Coppa delle Coppe nel 1968/69. Negli ultimi quattro anni ha vinto il campionato tre volte (2010/2011 – 2012/2013 – 2013/2014): questa stagione gioca l’Europa League dopo l’eliminazione dai play off di champions contro il Bate Borisov. L’ultima partecipazione ai gironi di Europa League risale al 2011/2012, dopo aver eliminato la Roma di L. Enrique ai play off.

Una grande fossa al centro di Bratislava

Un grande fossato è  ciò che attualmente si trova  nell’area dello stadio Tehelne Pole: nel 2009  il governo assieme al comune decise di demolirlo per costruire  un nuovo stadio nazionale; sfortunatamente i lavori hanno subito dei rallentamenti e solo da pochi giorni è  stato raggiunto un accordo che consentirà  di ultimare i lavori  nell’arco di un paio d’anni. Attualmente giocano nello stadio Pasienky,  casa degli acerrimi rivali dell’Inter di Bratislava.

Aria di crisi

Se il Napoli si trova ad affrontare l’inizio più difficile da diversi anni a questa  parte, lo Slovan non se la passa meglio: ha rimediato  un 5-0 dallo Young Boys  in Svizzera ed in campionato arriva da 2 sconfitte  consecutive. Per  l’allenatore Frantisek  Straka si parla già di situazione in bilico. L’unico precedente tra le  due  squadre  risale ad un’amichevole del 2009, conclusasi  con la vittoria del Napoli per 1-0 con gol di Datolo.