Fabian Ruiz Milik

Europa League, Napoli-Salisburgo 3-0: decidono Milik, Fabian e un autogol

Una gara dominata e dal punteggio che sta anche stretto ai partenopei, che, però, nel finale rischiano e vengono salvati da Meret.

Napoli-Salisburgo si chiude sul 3-0 per gli azzurri: il ritorno tra una settimana in Austria.

Napoli-Salisburgo | Buona la prima per il Napoli che batte 3-0 il Salisburgo nella gara di andata degli ottavi di finale di Europa League. Allo Stadio San Paolo le reti di Milik, Fabian Ruiz e l’autogol di Onguene’ consentono agli uomini di Ancelotti di blindare la qualificazione al prossimo turno in vista del match di ritorno, in programma alla Red Bull Arena il 14 marzo. Il tecnico partenopeo si affida alla coppia centrale Maksimovic-Koulibaly per fermare Dabbur, attuale capocannoniere della competizione. E l’unica nota stonata dei primi 45 minuti per i partenopei e’ proprio rappresentata dall’ammonizione rimediata dal difensore senegalese, diffidato e costretto a saltare il ritorno per squalifica.

Sul piano del gioco il Napoli non ha problemi e al 10′ trova il vantaggio: sugli sviluppi di un’azione tutta in verticale sull’asse Koulibaly-Mertens, la palla finisce sui piedi di Milik bravo a saltare Walke prima di appoggiare a porta sguarnita. La reazione degli ospiti non c’e’ se non con un tiro dalla distanza di Lainer e i padroni di casa firmano il raddoppio: al 18′ Callejon scarica per Fabian Ruiz autore di un tiro che non lascia scampo al portiere avversario.

Disinnescato l’attacco degli austriaci

Con il 2-0 si abbassano i ritmi del Napoli che preferisce gestire il vantaggio mentre il Salisburgo prova a rendersi pericoloso solamente con conclusioni da fuori area come al 39′ quando Junuzovic prova ad impensierire Meret con un tiro dai 30 metri. In Europa League nessuna coppia di giocatori ha creato piu’ occasioni l’uno per l’altro di Hannes Wolf e Munas Dabbur e, al 46′, proprio i due giocatori danno vita all’azione piu’ pericolosa degli ospiti conclusa con una parata di Meret sul tiro da buona posizione dell’israeliano.

Il Napoli avverte il segnale di pericolo e sfiora il tris: Mertens viene lanciato in profondita’ ma a tu per tu con Walke calcia alto. Ma il 3-0 e’ solo rimandato: Mario Rui scodella una palla in area e Onguene’ di testa mette nella propria porta. Il Salisburgo va a caccia del gol che riaprirebbe il discorso qualificazione e lascia praterie per le ripartenze del Napoli. E sugli sviluppi di una di queste Callejon sfiora il poker: Mertens lancia lo spagnolo il cui tiro a botta sicura viene salvato sulla linea da Ramalho poi autore di un errore non sfruttato da Milik a tu per tu col portiere. Superlativa invece la prova di Meret protagonista nel finale di due interventi decisivi su Schlager e Gulbrandsen che blindano il parziale sul definitivo 3-0. Unico guaio le ammonizioni di Koulibaly e Maksimovic, entrambi diffidati e quindi squalificati per il match di ritorno. Con Albiol infortunato Ancelotti dovra’ inventarsi la coppia di centrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *