Estorsioni: 17 camorristi arrestati a Giugliano in Campania

17 camorristi arrestati a Giugliano in Campania per estorsioni di stampo mafioso a sfavore dell’imprenditoria e del commercio dell’area a nord di Napoli

17 camorristi arrestati per estorsioni a Giugliano in Campania a scapito dell’imprenditoria e del commercio nell’area nord di Napoli

Grazie alla joint venture stabilitasi tra la Compagnia dell’Arma dei Carabinieri di Giugliano in Campania e la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli 17 camorristi sono stati arrestati per aver esercitato una molteplicità di reati, tra cui le estersioni in primis, nei confronti di buona parte dell’imprenditoria e del commercio situati nella zona a nord di Napoli.

I 17 arrestati erano camorristi affiliati al sodalizio D’Alterio – Pianese di Qualiano e Giugliano in Campania

I 17 arrestati sono ritenuti camorristi, affiliati al sodalizio tra i clan di Camorra dei D’Alterio – Pianese, che sviluppano le loro attività criminali principalmente a Qualiano di Napoli e nei comuni limitrofi. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip di Napoli per una ricca nomenclatura di reati, oltre quello capostipite di estorsioni.

I 17 camorristi  sono stati arrestati in via cautelare per le accuse di associazione di stampo mafioso, per associazione con il fine del traffico illegale degli stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi da fuoco e estorsioni aggravate dalla finalità mafiosa. Le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, il Tribunale di Napoli, La Compagnia dell’Arma dei Carabinieri hanno raccolto numerosi dati empirici per l’interpretazione ragionata dei ruoli e delle responsabilità di ognuno degli indagati e arrestati e hanno dimostrato valenze ed episodi in cui i suddetti erano in flagranza di reato.