Espulsi di Napoli, il M5S rigetta tutti i ricorsi

Espulsi di Napoli, il M5S rigetta tutti i ricorsi

Il tribunale di Napoli ha dato ragione al MoVimento 5 Stelle rigettando la richiesta degli espulsi di Napoli. Roberta Lombardi: “Violati i nostri principi”

“Il tribunale di Napoli ha dato ragione al MoVimento 5 Stelle rigettando la richiesta dei ricorrenti che chiedevano la riammissione nel M5S e la ripetizione delle ‘comunarie’”. Ne danno notizia i gruppi parlamentari M5S di Camera e Senato.

 

Il tribunale ha dato ragione al M5S sul caso degli espulsi di Napoli

“Il giudice infatti ha ritenuto valide le ‘comunarie’ negando inoltre il reintegro nel M5S Napoli – spiega la deputata Roberta Lombardi, in Tribunale per seguire l’udienza – In questo caso noi non avevamo proposto alcuna mediazione, abbiamo semplicemente aderito al tentativo di conciliazione extragiudiziale proposto dal giudice. Ma la riammissione degli attivisti precedentemente espulsi a Napoli, in ogni caso, sarebbe stata oggetto di un’ulteriore valutazione, considerando che avevano costituito un’associazione segreta per influenzare il M5S e, nel mentre, hanno anche costituito un’altra associazione politica, violando i nostri principi”.

“Anche a Roma – aggiunge la Lombardi – il tribunale ha validato le ‘comunarie’ e riconosciuto la validità dell’organizzazione interna del M5S, affermando il principio all’autodeterminazione, oltre che la figura di capo politico di Beppe Grillo. Il giudizio – conclude – parla di sospensione delle espulsioni con riserva di decidere nel merito in una ulteriore udienza fissata già per luglio”. (adnkronos).