erri de luca

Erri De Luca sta meglio

Erri De Luca sta meglio dopo il malore che l’ha colto durante un’arrampicata lo scorso 22 marzo. Si temeva un’amnesia temporanea

Erri De Luca sta meglio. Lo scrittore partenopeo era stato colpito da un malore la scorsa domenica 22 marzo, mentre si trovava con alcuni amici in località Grottone, sulle montagne di Gaeta, dove spesso si recava per dedicarsi al suo sport preferito, l’arrampicata.

Erri De Luca sta meglio: ecco il bollettino medico di ieri

Erri De Luca si è sentito male proprio durante una scalata: ricoverato d’urgenza con codice rosso all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, lo scrittore appassionato di arrampicata, sport che ha più volte omaggiato anche nei suoi libri, resta tuttora sotto osservazione, anche se sta meglio. Buone le condizioni generali, si legge nel bollettino medico diramato ieri mattina dai medici e dal personale sanitario dell’ospedale di Latina, ma il paziente resta sotto osservazione clinica e “in regime di ricovero, per completare l’iter diagnostico programmato”.

Erri De Luca sta meglio: scongiurata l’ipotesi ictus e amnesia

Notizie confortanti erano arrivate già domenica sera: dopo il ricovero, avvenuto nel primo pomeriggio, e i primi attimi di paura in cui si è temuto che lo scrittore fosse stato colpito da un ictus e da conseguente amnesia, dall’ospedale hanno fatto sapere che non era successo niente di grave, e che il paziente, nonostante il malore, era sempre stato “vigile e collaborante“. Erri De Luca potrà quindi presto tornare alle sue occupazioni quotidiane, e a lottare, come ha sempre fatto attraverso la scrittura, per la libertà di espressione e contro le ingiustizie.