equo compenso

Equo compenso e la sua applicazione: il si della Regione Campania

Equo compenso, il Governatore De Luca delibera a favore della sua applicazione agli avvocati per le prestazioni di servizi legali ai diversi rami della pubblica amministrazione

Equo compenso D.M. 55/2014 arriva in Regione

Il 17 Aprile 2019, si registra un’importante presa di posizione del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca. La Giunta da lui presieduta ha, infatti, approvato una delibera per favorire l’attuazione della normativa sull’equo compenso a favore degli avvocati che prestano i loro servizi legali ai diversi rami della pubblica amministrazione in regione. La delibera ha validità per tutti i liberi professionisti. Si tratta di un’importante opportunità soprattutto per i più giovani, che potranno vedere riconosciuto il loro impegno e la loro professionalità.

L’intervento del Governatore è il primo atto di una strategia di attenzione nei confronti di tutte le professioni libere che si è manifestata anche con il varo della Camera di regia delle libere professioni attraverso la quale la Regione affronterà nelle prossime settimane una serie di problematiche che riguardano tutte le libere professioni. La Camera avrà un importante compito di ascolto e di confronto concreto e costante con i rappresentanti di tutte le professioni libere, oltre che un compito consultivo nella formulazione di proposte collegate alla programmazione regionale.

La delibera è il risultato di un lavoro sinergico dell’avvocatura tutta, nell’ambito del quale c’è stato un importante contributo del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord, Avv. Gianfranco Mallardo e dal Consigliere, l’Avv. Clorinda Maisto, in qualità di delegata del Presidente. Mallardo e Maisto hanno avuto modo di perorare la causa dell’avvocatura tutta in una serie di incontri avvenuti in questi giorni presso l’Ente di via Santa Lucia, oltre che in una formale corrispondenza e che hanno registrato un’importante presa di posizione del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, a favore dell’equo compenso degli avvocati che prestano i loro servizi ai diversi rami della pubblica amministrazione in Regione.

La Giunta Regionale ha approvato la delibera con la quale viene impartito agli uffici regionali e agli enti collegati della Regione Campania, l’indirizzo di garantire, in tutti gli atti delle procedure ad evidenza pubblica, il rispetto dell’applicazione dell’equo compenso stabilito dal D.M. n.55/2014 e la tutela del lavoro autonomo.

Interventi del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Napoli a tutela dell’equo compenso

Sono stati posti alla luce alcuni episodi che hanno visto l’immediato intervento del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord. Alcuni mesi or sono, l’Ordine ha dovuto impugnare un bando del Comune di Marano ed uno del Comune di Portici per la violazione del giusto compenso delle prestazioni legali richieste. Entrambi tali enti hanno provveduto a revocare tali atti amministrativi accogliendo evidentemente le doglianze dell’avvocatura.

“La grave crisi economica che attanaglia le professioni liberali lede particolarmente i giovani professionisti, i quali non solo trovano impossibilità ad investire nell’aggiornamento e negli strumenti per la crescita professionale, ma non hanno nemmeno una dignitosa retribuzione equiparabile a quella per lavoro dipendente meno qualificato” queste le parole dell’Avv. Maisto.

Tutto questo ha portato ad un’importante presa di posizione del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, a favore dell’equo compenso degli avvocati che prestano i loro servizi ai diversi rami della pubblica amministrazione in Regione.

Le parole del Presidente Mallardo e del Consigliere Maisto

Il Presidente Mallardo ha espresso la sua “più viva soddisfazione per l’intervento del governatore, ma anche per il percorso sinergico con il quale Il risultato è stato raggiunto. Chi mi conosce sa che ritengo importante che vi sia una forte collaborazione fra tutte le istituzioni locali per ottenere risultati veramente validi, condivisi e duraturi”.

“Sono molto contenta di aver avuto l’onore di portare personalmente la voce degli avvocati di Napoli Nord in Regione incontrando, assieme al Presidente Mallardo, il Governatore De Luca per questa causa che sta a cuore a tutta l’avvocatura” – ha evidenziato la consigliera Maisto – “è un grande giorno questo per l’avvocatura dell’intera regione ed è senz’altro motivo di orgoglio per il COA di Napoli Nord che il Governatore abbia voluto prendere questa iniziativa così tanto De Luca deliberaattesa dagli avvocati”.”.

L’intervento del Governatore è il primo atto di una strategia di attenzione nei confronti di tutte le professioni libere che si è manifestata anche con il varo della Camera di regia delle libere professioni attraverso la quale la Regione dovrà affrontare nelle prossime settimane una serie di problematiche che riguardano tutte le libere professioni. La Camera avrà un importante compito di ascolto e di confronto concreto e costante con i rappresentanti di tutte le professioni libere, oltre che un compito consultivo nella formulazione di proposte collegate alla programmazione regionale,

La legge n. 205/2017 prevede il riconoscimento dell’equo compenso per le attività professionali svolte dagli avvocati anche a favore delle Pubbliche Amministrazioni, ma purtroppo è scarsamente applicata sia per i vincoli di bilancio sempre più stringenti degli enti che per l’offerta crescente di servizi legali che tende a ridurre i compensi di mercato degli avvocati. “Sono sempre più frequenti – dichiara la consigliera Linda Maisto – le deroghe che le diverse Amministrazioni pubbliche fanno della legge sull’equo compenso, indicando nei bandi per la richiesta di servizi legali un corrispettivo delle prestazioni professionali inferiore non soltanto a quanto previsto dal D.M. n. 55/2014 e successive modifiche, ma addirittura inferiore a qualsiasi dignitosa retribuzione rispetto ad un qualsiasi altro lavoro dipendente neppure qualificato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *