Entra Messi e sveglia il Barcellona: l’1-1 finale elimina il Psg

Entra Messi e sveglia il Barcellona. L’1-1 finale elimina il Psg!

Stadio Camp Nou di Barcellona, 10 aprile 2013 ore 20,45: in scena il ritorno dei quarti di finale dell’edizione 2013 della Champions League.

Da un lato i catalani padroni di casa, col fenomeno Messi che, per l’ infortunio rimediato all’andata, parte dalla panchina ( era dato alla vigilia addirittura per indisponibile) dall’altro il Paris Saint Germain, la squadra di Parigi dalle tante stelle.

Già al 1′ Fabregas guadagna una punizion ( fallo di Verratti): Xavi vicino al gol! Gran punizione del capitano catalano, che sfiora il palo alla destra di Sirigu.

Risponde al 2′  per il Psg Lavezzi, che, entrato in area, ha un po’ di spazio e tira, ma non impegna Valdes. Il pocho ci riprova al 4′: ruba palla e s’invola verso Valdes, ma viene recuperato.

La partita continua con questi ritmi, ma pende soprattutto a favore della squadra francese: il primo tempo si conclude sullo 0-0.

Nella ripresa si sblocca la partita: al 50′ Paris Saint-Germain in vantaggio! Uno-due tra Pastore e Ibra, l’argentino brucia Piqué, va verso Valdes e mette dentro.

E appena la palla tocca la rete, Villanova fa riscaldare Messi: con l’ 1-0 avversario, i padroni di casa rischiano l’eliminazione.

La sostituzione si concretizza al 62′: il numero 10 è visibilmente al 50% della forma, ma quando si parla del pluri-Pallone d’oro in carica, non serve che sia al massimo per rivitalizzare la squadra.

Nove minuti più tardi, al 71′, ecco l’ accelerazione proprio di Messi, che vede il taglio di Villa; lo spagnolo appoggia a sua volta indietro per Pedro: gran botta e 1-1!

All’ 80′ cartellino giallo per Lavezzi, che in netto ritardo su Jordi Alba gli rifila un calcetto: il pocho era diffidato.

Da segnalare poi sette minuti più tardi l’azione spettacolare di Iniesta, che salta Jallet con una veronica, ma soffre nella conclusione. Una sofferenza fino all’ultimo che è di tutta la squadra blaugrana che poi viene infine premiata. Al fischio finale l’1-1 qualifica gli spagnoli, in virtù dei due goal fatti al Parco dei Principi nella gara d’andata.

Dall’altra sfida si qualifica il Bayern: insomma tre semifinaliste, contando anche il Real Madrid qualificato ieri, saranno le stesse dell’anno scorso, mentre al posto del Chelsea ci sarà il Borussia Dortmund.

Lo spettacolo continua …

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *