Chiaia, emergenza rifiuti tra disservizi ed incuria

Continua l’emergenza rifiuti a Napoli, dopo i quartieri di Chiaia e Posillipo, su segnalazione dei nostri utenti, abbiamo puntato le nostre telecamere su via Nicotera, via Egiziaca e piazzetta Salazar, a due passi dalla celeberrima piazza del Plebiscito, dove la situazione, pur non essendo ai minimi storici, è in ogni caso preoccupante.

Problemi con la raccolta, ma anche con le stesse persone.

Il nostro “tour” è cominciato da via Nicotera, dove nei giorni scorsi si sono registrati livelli preoccupanti per quanto riguarda la mole di rifiuti: in qualche caso, complice l’inclinazione della strada, i cassonetti bloccavano le entrate delle abitazioni. Proseguendo per via Egiziaca a Pizzofalcone abbiamo raccolto le  testimonianze soprattutto dei commercianti,  che lamentano le carenze nella raccolta del cartone e le ripercussioni del degrado sul turismo.

Il peggio alle spalle del Plebiscito.

Piazzetta Salazar costituisce il punto più alto (o più basso) del degrado: in un angolo sono riposti rifiuti ingombranti di ogni genere, abbandonati da chi si vede rifiutare la deposizione negli appositi impianti, mentre scendendo le scale che portano proprio a Piazza del Plebiscito vi è l’ammasso di spazzatura più impressionante, preannunciato alla vista sia dall’olfatto (tanfo impressionante) che dall’udito (squittio dei topi).