Emergenza abitativa, abusivi occupano la sede del consiglio comunale di via Verdi

“Non possiamo più aspettare” così gli occupanti abusivi di tre edifici cittadini

di Redazione

Si sono piazzati negli uffici comunali di via Verdi con pentole e materassi. Perché a loro, famiglie intere, molte con bambini a carico, una casa è stata negata. Sono gli occupanti abusivi di tre edifici cittadini: il Palazzo dell’ex Annona, Villa De Luca a Capodimonte e la scuola Belvedere, che hanno chiesto a gran voce un incontro con il sindaco Luigi De Magistris per risolvere finalmente il problema dell’emergenza abitativa.

Dopo mesi di trattative e sopralluoghi infatti pare che il Comune sia tornato sui suoi passi, non garantendo più a questi cittadini l’assegnazione di un immobile come aveva promesso. Tutto per un intoppo burocratico. Ma gli “abusivi” non ci stanno. “Non ce ne andremo senza ottenere risultati” hanno affermato gli occupanti dell’ex Annona. “Non accettiamo passi indietro dall’assessore Sandro Fucito”.

Anche perché, in attesa del trasferimento, le condizioni degli stabili occupati sono degenerate. Al punto che mancano docce e lavatrici.“Non possiamo più aspettare” concludono i manifestanti.

4 novembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *