Ex Opg nuovo

Ecco come l’ex Opg di Materdei crea la Napoli sociale

L’ex Opg di Materdei avvia un ricco programma di attività di studio, dibattiti, convegni, laboratori e giochi, per la Napoli sociale.

L’ex Ospedale psichiatrico giudiziario del quartiere Materdei di Napoli, ormai abbandonato da molti anni, è stato occupato dagli studenti napoletani lunedì 2 marzo per il suo recupero. Come recita il sito del CAU di Napoli le persone che hanno occupato l’ex-Opg. sono persone comuni che si svegliamo la mattina per studiare, lavorare o cercare lavoro. Essi hanno famiglia e amici e lavorano duro ogni giorno per tirare a campare e conquistarsi un futuro. L’occupazione è finalizzata all’appropriazione sociale di un bene pubblico abbandonato a se stesso, per renderlo di nuovo vivo e usufruibile da chiunque abbia voglia come noi di mettersi in gioco e cambiare le cose.

Il progetto e la finalità dell’occupazione abusiva dell’ex Opg creano una Napoli più sociale

Come scrivevamo in un precedente articolo sull’ex Opg di Materdei “Je so pazzo” il progetto a fondamento dell’occupazione abusiva del 2 marzo ha la finalità di ri-funzionalizzare socialmente uno dei luoghi solitamente più atti a rappresentare la coerzizione spietata del potere contro i deboli. In un mondo dove la normalità è fatta da disoccupazione, precarietà, discriminazioni di ogni genere e grado, definirsi pazzi e osare addirittura occupare e liberare un ex manicomio giudiziario è l’occasione ideale per iniziare concretamente una lotta all’interno di una città così difficile come Napoli.

Quale luogo di incontro e di lotta sociale può essere migliore di un ex ospedale psichiatrico abbandonato? Gli uomini e le donne del CAU di Napoli hanno dichiarato che “laddove hanno regnato solo oppressione, autorità e reclusione coatta, vogliamo creare spazi di condivisione, socialità e libertà, per venirci in soccorso e riprendere coraggio“. Solo unendosi “possiamo davvero cambiare le cose. Perché laStoria, dall’alba dei tempi, la fanno sempre innanzitutto i popoli e non i potenti“, gli sfruttati interessati a una propria umana emancipazione e non i privilegiati.

L’occupazione abusiva socialmente utile dell’Ex-Opg è stata motivata dalla volontà collettiva che lo vuole sottrarre all’abbandono e alle logiche del sistema del profitto, restituirlo alla città e al quartiere facendolo divenire un laboratorio di condivisione, aggregazione, organizzazione sociale cosciente; che lo vuole eleggere come un luogo dedicato alla salvaguardia del diritto allo studio, come uno studentato autogestito che intenda arginare l’emergenza abitativa degli studenti; che lo vuole come laboratorio politico del territorio, radicato nel territorio per il territorio.

Ecco le attività quotidiane e quelle di questa settimana

In tale prospettiva da questo pomeriggio l’ex Opg di Materdei inaugura un settimanale programma di iniziative ed attività cittadine. Dalle ore 17:30 si svolgerà la giornata di studi intitolata Il corpo del potere oltre il manicomio. Dibattito sulle istituzioni Post-manicomiali. Con Nicola Valentino interverranno Teresa Capacchione,  Antonio Esposito, Francesco Maranta; a supporto della giornata di studi vi sarà anche la mostra fotografica di Francesco Guardascione. Domani, mercoledì 25 marzo alle ore 17:30, si svolgerà il convegno Maddalena Cerasuolo, partigiana di Materdei e la resistenza a Napoli, con Gaetana Morgese (autrice del volume La guerra di mamma. Storia della partigiana Maddalena Cerasuolo) e Giuseppe Aragno (storico dell’antifascismo napoletano). Venerdì 27 marzo alle ore 15 vi sarà la giornata di studi intitolata Il Manicomio chimico. Cronache di uno psichiatra riluttante, a cui parteciperanno Piero Cipriano (psichiatra e autore dell’omonimo libro), Teresa Capacchione (presidente dell’Associazione Sergio Piro), Enrico de Notaris e Adriano Coluccia (esponenti del Comitato di lotta per la salute mentale) e l’antropologa Marina Brancato

Ma non è finita qui, tutte le mattine dal giovedì alla domenica, dalle 15:00 alle 19:00, all’interno dell’ex Opg gli studenti della città potranno usufruire delle aule studio. Il martedì e il giovedì, dalle 16:00 alle 18:00, e il sabato e la domenica, dalle 10:30 alle 13:30, sarà possibile accedere alle attività di Sport popolare. Il sabato e la domenica, dalle 10:30 alle 13:30, sarà possibile partecipare alle visite guidate nell’ex Opg di Materdei. Il lunedì, il mercoledì e la domenica, dalle 10:00 alle 18:00, si svolgeranno i laboratori teatrali, mentre il sabato e la domenica, dalle 10:30 alle 13:30, si svolgeranno i laboratori per i più piccoli. Tutte le mattine dalle 10:30 lavori, pulizie e volantinaggio rendono integrato l’ex Opg al quartiere e lo sensibilizzano alla sua funzione e progettualità. Ogni giovedì alle 20:00 l’Assemblea di gestione fa il punto della situazione, stila i programmi settimanali e organizza la lotta politica e sociale.