Lavoro a nero nel salernitano: otto marocchini intercettati dai carabinieri

Droga nascosta nella cassetta delle lettere e sim clonate, arrestate per spaccio 4 persone

Sono tre napoletani e un pakistano i gestori di una piazza di spaccio che riforniva il Borgo Sant’Antonio Abate. Sequestrati oltre 4mila euro e svariate dosi di hashish e marjuana

Un insospettabile negozio di alimentari che era in realtà una base di spaccio, e “per arrotondare” vendeva anche sim clonate. 4 persone sono state arrestate dai carabinieri del nucleo operativo della Compagnia Stella: 3 napoletani, uno incensurato –  Luigi Maranta, 25enne e due già noti alle forze dell’ordine –  Carmine Galiero, 41 anni e Armando Falanga, 46 anni – e un pakistano 34enne.

Il blitz è giunto al termine di un’operazione di osservazione della piazza di spaccio di Borgo Sant’Antonio Abate, che ha permesso ai carabinieri di cogliere gli spacciatori sul fatto, proprio mentre rifornivano i clienti con modalità precise. Sono stati rinvenuti oltre 20 grammi di marjuana già divisa in dosi e 60 grammi di hashish nascosti in una cassetta postale di un palazzo dove Falanga si andava a rifornire, insieme a oltre 4mila euro in contanti.