Droga in casa a Secondigliano, arrestato 50enne legato al clan Licciardi

Droga in casa a Secondigliano, arrestato 50enne legato al clan Licciardi

Durante una perquisizione i carabinieri hanno scoperto che l’uomo custodiva droga in casa per mezzo chilogrammo di hashish e oltre 35mila euro in contanti

Durante una perquisizione i carabinieri di Napoli hanno scoperto che custodiva droga in casa per mezzo chilogrammo di hashish e oltre 35mila euro in contanti, ritenuti provento del narcotraffico: in manette è finito Sergio Vacca, 50 anni, secondo gli investigatori legato al clan camorristico dei Licciardi.

 

Oltre alla droga in casa l’uomo aveva anche oltre 35 mila euro

La scoperta è stata fatta durante un servizio antidroga nella zona di masseria Cardone, nel quartiere Secondigliano della città. La sostanza stupefacente, già suddivisa in dosi, era in una dispensa. Nell’armadio della camera da letto, invece, i militari hanno trovato il denaro, precisamente 35.210 e una sorta di “libro mastro”, composto da alcuni fogli, su cui erano state annotati cifre e nomi. Vacca, accusato di per detenzione di stupefacente a fini di spaccio, è finito in cella nel carcere napoletano di Poggioreale.