Dossier Legambiente: Mare Mostrum in Campania

Dossier Legambiente: Mare Mostrum in Campania, 2.104 persone denunciate e arrestate

Stando ad un recente Dossier Legambiente, sulle coste in Campania, si commettono infrazioni ogni 3,9 km, per un totale di 1837 infrazioni.

L’ultimo dossier Legambiente ci mostra un mare in Campania maltrattato, tanto da definirlo Mare Mostrum. Stando al dossier Legambiente sulle coste campane sono tate commesse 1837 infrazioni, 3,9 per ogni km, ciò rappresenta il 12,6 per cento di tutto il territorio nazionale, con 616 sequestri e 2,104 tra persone denunciate e arrestate. Il dossier Legambiente è stato elaborato grazie ai dati forniti delle capitanerie di porto e delle forze dell’Ordine.

Dossier Legambiente: maglia nera per la Campania

Nella classifica del ciclo del cemento sul demanio marittimo, la Campania è al secondo posto con 388 reati, peggio ha fatto solo la Sicilia. Ma oltre al problema cemento, in Campania vi è un altro grosso problema, quello degli scarichi a mare, che inquinano le acque. Tra impianti non a norma e scarichi illegali, nel 2014 sono state arrestate 616 persone e effettuati 213 sequestri. Non dimentichiamoci poi della pesca di frodo e delle violazioni del codice della navigazione, anche qui la Campania primeggia. Una situazione che il presidente di Legambiente Campania, Michele Buonomo, ha così commentato: “E’ una Campania double face, da un lato le eccellenze delle località turistiche sostenibili e dall’altra quella deturpata da cemento illegale sulle coste e inquinata dalla scarsa depurazione. Noi continuiamo a credere e lottare per quella Campania virtuosa che punta su innovazione, bellezza e sostenibilità. E non è una caso che in questi giorni a Grosseto alla manifestazione nazionale di Legambiente mostriamo il Sud che ci piace con la mostra illustrata “Il Sogno di Angelo” una graphic novel sulla storia di Angelo Vassallo Sindaco Pescatore di Pollica per raccontare lo stretto rapporto che egli ha saputo creare tra il suo comune e il binomio bellezza e legalità”.