Doppio agguato a Napoli: la camorra torna a sparare a Pianura e Secondigliano

Doppio agguato a Napoli: nella serata di ieri, infatti, prima a Secondigliano, poi a Pianura, due uomini sono stati feriti a colpi di arma da fuoco

Doppio agguato a Napoli: nella serata di ieri, infatti, in due quartieri della città, prima a Secondigliano, poi a Pianura, tre uomini sono stati feriti a colpi di arma da fuoco.

 

Doppio agguato a Napoli, i tre pregiudicati feriti a pochi minuti di distanza

Secondo le prime notizie fornite dalla polizia, Emilio Barone, 26 anni, si trovava vicino ad un supermercato in Corso Secondigliano, quando sono giunte due persone a bordo di una motocicletta che hanno sparato alcuni colpi di pistola ferendolo alla schiena. I due, che indossavano casco e sciarpe, sono poi fuggiti. Soccorso, Barone, pregiudicato per reati di spaccio, è stato portato in ospedale. Le sue condizioni non sarebbero gravi. Nella stessa circostanza è rimasto ferito anche Massimo Bosco, 44 anni, con precedenti per estorsione. L’uomo, che si trovava davanti al negozio della suocera, è stato colpito al piede destro. Ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco, ne avrà per 20 giorni.

Poco dopo le 19:30, invece, si è sparato anche nel quartiere di Pianura. Un malvivente è entrato in un noto bar situato lungo il Corso Duca d’Aosta, aprendo il fuoco contro Antonio Liberti, 47enne anche lui pregiudicato per reati connessi allo spaccio di stupefacenti. L’uomo è stato trasportato all’Ospedale San Paolo dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico in seguito alle ferite riportate al torace. Non è in pericolo di vita.