A Donnaregina parte il ciclo di incontri "Lasciateci divertire. L'arte si riprende la scena"

A Donnaregina parte il ciclo di incontri “Lasciateci divertire. L’arte si riprende la scena”

Inizia oggi alle 18 il ciclo di incontri “Lasciateci divertire. L’arte si riprende la scena” che si terrà nella Chiesa di Santa Maria Donnaregina Vecchia.

Parte oggi il ciclo di incontri “Lasciateci divertire. L’arte di riprende la scena” nella Chiesa di Santa Maria Donnaregina Vecchia.

La manifestazione è promossa dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia in collaborazione con la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee di Napoli e con Electa.

Il tema è quello dell’arte e della sua promozione al pubblico. Si parlerà di arte e di come la si espone, delle mostre più belle, di archeologia e di archeologi, dei nuovi direttori dei musei italiani, del lavoro culturale, e del territorio italiano.

Si comincia oggi alle 18.00 con il racconto di Luigi Gallo, Francesco Venezia e Benedetta Craveri della recente mostra Pompei e l’Europa al Mann e a Pompei che ha saputo raccontare le complesse vicende della trasmissione e ricezione dell’antico.

 

“Lasciateci divertire. L’arte si riprende la scena” : il calendario

 

Gli incontri di “Lasciateci divertire. L’arte di riprende la scena” proseguiranno con la partecipazione di alcune tra le voci autorevoli che costituiscono il sistema dell’arte e dei musei in Campania e in Italia come Rosanna Cappelli, Benedetta Craveri, Antonio Ferrara, Pierpaolo Forte, Luigi Gallo, Christian Greco, Sebastiano Maffettone, Massimo Osanna, Mario Torelli, Mariella Utili, Francesco Venezia e Andrea Viliani.

Il calendario prevede altri quattro incontri a partire da giovedì 12 novembre e per i giovedì successivi, sempre alle 18.00. Il 12 novembre il tema sarà “Il Museo Archeologico e il Madre, il rapporto con Napoli e con la sua identità, il 19 novembreLa forza delle Rovine a Palazzo Altemps”, il 26 novembre l’incontrò verterà su “Mostre contro Musei: combattimento per una esposizione” e infine il 3 dicembre “Il patrimonio culturale per l’identità e per la crescita della comunità“, durante il quale saranno inoltre presentati al pubblico i nuovi direttori dei musei della Campania Sylvayn Bellenger, Mauro Felicori, Paolo Giulierini, Gabriel Zuchtriegel.