Donna si ferisce cadendo sui resti di un crollo: i calcinacci non feriscono solo quando piovono dal cielo

È accaduto questa mattina a Pianura, nella zona delle “case gialle”, gli alloggi popolari purtroppo simbolo del degrado. La donna ferita è una 74enne della zona, che ha riportato un trauma facciale

I calcinacci tornano a ferire, occupando la prima pagina di cronaca di tutti i giornali locali. Non cadendo dai cornicioni, ma stando semplicemente ammassati in condizioni di scarsa sicurezza a ridosso di un’area interessata da un crollo, dove una donna è scivolata e caduta, a causa delle transenne presenti per delimitare la zona, andando a sbattere con il viso sui calcinacci.

Trauma facciale per la donna scivolata sui calcinacci. Ma sarebbe potuta finire in tragedia

È accaduto questa mattina a Pianura, nella zona delle “case gialle”, gli alloggi popolari purtroppo simbolo di incuria e degrado. E proprio da uno di quegli alloggi si sono staccati i massi che poi sono rimasti a fare bella mostra di sé sulla strada dove la donna è caduta. Trasportata d’urgenza al San Paolo, le è stato diagnosticato un trauma facciale dovuto all’impatto con le rocce. Niente di troppo grave insomma. Ma sarebbe potuta finire in tragedia. L’incidente intanto ha riacutizzato il malanimo dei cittadini del quartiere, abbandonato a se stesso, che da tempo denunciano il pericolo di cedimenti, frane e crolli. Ma la loro voce è rimasta finora inascoltata.

Crolli segnalati già da tempo: ma nessuno è intervenuto

A raccontare quanto accaduto all’anziana signora di Pianura il consigliere della IX Municipalità Pasquale Strazzullo, unica voce solitaria che si leva da un coro di colpevoli silenzi. Nessuno è intervenuto a mettere in sicurezza la zona, nonostante le continue, insistenti segnalazioni. Il Comune si è limitato a effettuare un sopralluogo e a recintare la zona pericolosa, senza provvedere alla riparazione. Così si prepara il terreno per le tragedie annunciate, in una città che continua a cadere a pezzi.