centro giovanile

Domani inaugurazione del nuovo Centro Giovanile di Soccavo

L’inaugurazione del Centro Giovanile di Soccavo avverrà alla presenza del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Giovendì 24 marzo, ore 9,30.

Domani, giovedì 24 marzo, alle ore 9.30, ci sarà la tanto attesa inaugurazione del nuovo Centro Giovanile della Città di Napoli che sorgerà a Soccavo, in Via Adriano, nel cuore della IX Municipalità. Oltre 4000 mq interamente dedicati ai giovani della Città di Napoli. Il Centro che è stato denominato “Nagioja” dopo un concorso di idee che ha coinvolto giovani di tutta la Città si va a collocare nella Torre Est del Polifunzionale di Via Appio Claudio. Uno scheletro esistente da oltre 20 anni e che non era mai stato ultimato.

Il Centro Giovanile è stato possibile grazie al lavoro dell’Amministrazione e degli Uffici Comunali, dove si è prima riusciti ad ottenere l’ammissione a finanziamento nell’ambito dell’Avviso Pubblico “Realizzazione e gestione Centri Polifunzionali” pubblicato nel 2011 dalla Regione Campania a valere sui fondi POR Campania 2007/2013 FESR e poi nonostante i ritardi della Regione, che ha firmato la Convenzione con il Comune di Napoli solo il 22/1/2015, si è riusciti ad avviare e a concludere i lavori al 31/12/2015.

Parallelamente ai lavori di ultimazione della struttura il cammino verso la sua apertura è stato segnato da un confronto continuo con il Comitato Soccavo, promotore della vertenza “Riprendiamoci il polifunzionale” e con molte realtà del territorio che hanno animato tre momenti assembleari molto partecipati: il primo a Luglio in occasione del Festival Nadir e altri due convocati con lo strumento delle Consulte Popolari che hanno permesso di decidere insieme l’organizzazione degli spazi e la vocazione del Centro Giovanile

Centro Giovanile “Nagioja” e coworking

Questa struttura va ad arricchire la Rete dei Centri Giovanili che ad oggi conta 7 strutture distribuite sul territorio cittadino. La struttura ospiterà il primo spazio di coworking pubblico della Città, sale meeting, spazi espositivi e spazi per attività didattiche e laboratoriali. Il tutto sarà coordinato da personale comunale e da un comitato di gestione aperto al territorio nel quale si discuteranno mensilmente le attività da realizzare.