disservizi anm

Disservizi Anm: la segnalazione di un lettore

Continui disservizi dell’Anm, gli utenti sono stanchi. Ecco l’esasperata lettera di un nostro lettore inviata all’Amministratore Unico della Napoli Holding

Ieri, 23 luglio 2015, dopo un increscioso avvenimento, un cittadino ha deciso di scrivere un’accorata lettera di segnalazione all’Amministratore Unico della Napoli Holding, Alessandro Nardi.

Disservizi Anm: ecco l’esposto inviato all’Amministratore Unico della Napoli Holding

Gent.mo Amministratore,

con la presente si porta a conoscenza del grave episodio accaduto tra alcuni cittadini e un gruppo di dipendenti del deposito autobus ANM di Via Bernardo Tanucci.

Da premettere che stamattina 23 luglio dalle ore 6.30 circa e fino alle ore 7.15, lo stazionamento di Piazza G.B. Vico si presentava completamente privo di  autobus delle linee C47 e 202, creando enorme disagio alle decine e decine di lavoratori che a quell’ora affollavano la banchina in attesa di poter prendere il mezzo pubblico per potersi recare a lavoro.

Esasperati per la lunghissima attesa, un gruppo di persone, tra cui il sottoscritto, decidevamo a quel punto di recarci presso il deposito ANM di Via Tanucci per chiedere spiegazioni di tale disservizio; arrivati allo stabilimento ci siamo rivolti dapprima a un gruppo di 4 dipendenti che erano all’interno della garitta chiedendo loro di poter parlare con un responsabile, ricevendo in tutta risposta, mentre ad uno ad uno si andavano defilando, che per qualsiasi tipo di segnalazione o reclamo, dovevamo chiamare il numero verde;  non soddisfatti ci siamo rivolti ad un altro gruppo di 5 dipendenti che stazionavano in cerchio fuori dai locali di servizio, chiedendo anche a loro spiegazione dei motivi del disservizio in atto, nonché di farsi portavoce delle nostre rimostranze nei confronti dei loro responsabili.

Palesemente infastiditi dalle nostre legittime proteste, alcuni dipendenti hanno iniziato ad inveire contro di noi utilizzando dapprima un linguaggio inappropriato per persone civili, tanto più se certe frasi vengono pronunciate da lavoratori che svolgono un lavoro di servizio pubblico, per poi rivolgersi con fare minaccioso, al punto tale che uno dei dipendenti è stato letteralmente placcato fisicamente giusto in tempo da un suo collega evitando che si arrivasse al contatto fisico con uno dei cittadini presenti sul posto.

Quanto accaduto rappresenta un atto grave da condannare senza nessuna giustificazione per chi lo ha perpetrato, una colpa ancor più grave se si pensa che si tratta di operatori di esercizio pubblico che dovrebbero avere più degli altri, un comportamento rispettoso nei confronti dell’utenza.

Detto ciò resta il problema del disservizio del trasposto pubblico, che non  può certo essere giustificato con l’entrata in vigore dell’orario estivo, anche perchè un conto è la riduzione delle corse, un conto è lasciare per circa un’ora uno stazionamento senza  autobus, per lo più in una fascia oraria dove la maggior parte degli utenti sono lavoratori che hanno necessità di raggiungere il luogo di lavoro!

Questa segnalazione è da intendersi in nome e per conto delle persone che stamattina sono rimaste vittime del comportamento offensivo da parte di alcuni dipendenti presenti alle ore 7.00 circa nel deposito Anm di Via Bernardo Tanucci, nonché di tutte quelle persone costrette a fare i conti con i gravi disservizi dovuti ai ritardi ed alla mancanza di autobus.

Abbiamo deciso di rivolgerci alla più alta carica che amministra la Società Napoli Holding, per essere certi che le problematiche lamentate trovino un’ adeguata soluzione, evitando che i fatti narrati possano ancora ripetersi per il futuro

Cordiali saluti