Dischetti di plastica: sottoposto a sequestro il depuratore di Paestum

L’impianto di depurazione di Capaccio-Paestum sottoposto a sequestro dalla Capitaneria di Porto di Salerno, su disposizione della Procura della Repubblica

L’impianto di depurazione di Capaccio-Paestum (Salerno) è stato sottoposto a sequestro dalla Capitaneria di Porto di Salerno, su disposizione della Procura della Repubblica presso il tribunale. Da quell’impianto sono fuoriusciti i dischetti di plastica (“carrier”) poi trovati su gran parte delle coste tirreniche, in particolare sui litorali calabresi, campani, laziali e toscani.

 

Depuratore di Paestum: sequestrato l’impianto

Le indagini al momento sono finalizzate ad accertare quali siano state le cause della fuoriuscita deicarrier” e quale sia il livello inquinante del fenomeno. Da qui il sequestro dell’impianto che blocca il pericolo di ulteriori fuoriuscite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *