Disagi Circumvesuviana: CasaPound Campania inscena una protesta davvero particolare (FOTO)

“Svendesi società di trasporto pubblico”. Ecco cosa dicono i manifesti di protesta affissi da CasaPound in tutte le stazioni campane della Circumvesuviana

Malfunzionamento e degrado della Circumvesuviana, ecco come CasaPound protesta contro i disagi in cui si imbatte quotidianamente un pendolare utilizzando questo trasporto pubblico locale. Ritardi, incidenti, scarsa igiene e soppressione dei treni sono solo alcuni, e durante la notte del 17 luglio 2014, CasaPound Campania ha deciso di affiggere sui muri di numerose stazioni questi particolari manifesti che recitano: “Svendesi società di trasporto pubblico“.

 La società è ormai sull’orlo del fallimento

Solo l’anno scorso la società Circumvesuviana riusciva ancora andare un servizio quanto meno dignitoso, ma da quando è stata assorbita dalla società Eav. Almeno è questo quello che afferma Ferdinando Raiola, coordinatore campano di CasaPound Italia. “Abbiamo messo in atto questa forma di protesta in numerose stazioni della Regione – prosegue Ferdinando Raiola – con il fine di sensibilizzare amministrazione regionale e la società Circumvesuviana sul dramma e sui disagi vissuti quotidianamente da migliaia di pendolari. A Napoli e provincia quelle interessate dalla protesta sono state Gianturco, Ponticelli, Poggioreale, Brusciano, Poggiomarino, San Giorgio a Cremano, Portici, Ercolano, Torre Annunziata, Ottaviano, Pomigliano d’Arco, San Giuseppe Vesuviano, Sant’Anastasia, Terzigno, e Villa Visconti; in provincia di Salerno quelle di Sarno e Scafati; in provincia di Avellino Baiano; mentre in penisola sorrentina le stazioni sono state quelle di Sorrento, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta e Vico Equense.