Dimaro 2013 (Video): Conferenza stampa Blerim Dzemaili

di Eduardo Desiderio

Inizia la conferenza stampa di Blerim Dzemaili: lo svizzero ha subito voluto elogiare il gruppo e il tecnico, allenatore serio e comunicativo.

“Noi andiamo al massimo, vogliamo lavorarere bene con il gruppo per tutte le competizioni”.  E’ un Dzemaili carico e fiducioso in vista della stagione che sta per cominiciare: “L’obiettivo del Napoli è vincere: nessuno deve essere triste se non gioca”.

Manca solo l’ufficialità ma sembra quasi fatta per Higuain: “Sinceramente non so proprio nulla. Certo, se arriva siamo contenti, come lo saremo se dovesse venire qualsiasi altro giocatore. Al momento abbiamo calciatori molto tecnici e il calcio che ci sta insegnando Benitez è stupendo, perchè dobbiamo fare noi il gioco e non aspettare gli altri per poi ripartire in contropiede”.

Alla richiesta di una forte responsabilità da accollarsi, Dzemaili è stato molto diretto: “La pressione a Napoli c’è sempre stata, è alta. Ognuno vorrebbe vincere, ma dobbiamo andarci piano perchè c’è stato un cambio totale”.

La posizione in campo che preferisce lo svizzero è quella del centrale di centrocampo, ma ciò non significa che non possa sacrificarsi in altri ruoli: “Certamente sarei disponibile a giocare dietro le punte ma il mio ruolo è centrocampista centrale. Se il mister mi chiederà un sacrifico lo farò, non sarà un problema”.

Per quanto riguarda la preparazione, Dzemaili non è sembrato per nulla scontento: “Ho avuto sensazioni molto positive, perchè alla fine il calcio si gioca con la palla al piede. Non credo tanto nel correre a vuoto senza palla e non penso si possa rischiare un calo fisico. Ognuno ha la sua responabilità: se vuoi correre corri, è una cosa personale”.

Mercato: Mertens, Callejon, Rafael, forse Higuain e Reina. Il Napoli ha acquistato tanto all’estero quest’anno: “Credo che il Napoli stia guadagnando parecchio portando calciatori dall’estero ed è una cosa importante anche per il calcio italiano, perchè negli ultimi anni non ci sono  stati trasferimenti importanti dall’estero in Italia e quindi abbiamo sofferto un pò rispetto ai campionati degli altri paesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *