De Magistris: sospensione per 18 mesi. La giunta è dalla sua parte

Il prefetto di Napoli conferma la sospensione di De Magistris che da domani non sarà più il sindaco di Napoli, ma la giunta si schiera dalla sua parte

Il prefetto di Napoli, Francesco Musolino, ha firmato solo qualche ora fa, la sospensione del sindaco Luigi De Magistris per 18 mesi, applicando così la legge Severino. In questo modo, ha dato esecuzione alla norma legata alla condanna del sindaco per abuso d’ufficio quando era un pm nell’inchiesta Why not. Domani mattina, il presidente del Consiglio Comunale manderà la notifica a Luigi De Magistris che non sarà più il sindaco di Napoli fino al 1° aprile 2016, poco prima delle prossime elezioni comunali.

L’ironia di De Magistris: “Sono tutti uniti contro di me. Sono un sindaco che unisce!

Era in attesa della decisione Luigi De Magistris, e quando gli è giunta la notizia della sospensione non ha voluto rilasciare commenti. Qualche ora più tardi, però, il sindaco ha ironicamente dichiarato: “Tutte le parti politiche sono unite contro di me, per la prima volta nella storia sono tutti d’accordo. Sono un uomo che unisce!“. De Magistris ha poi continuato: “Intendo continuare a lavorare fino a quando non mi sarà notificato il provvedimento di sospensione, intanto sono contento per l’affetto che sto ricevendo in questi momenti, non dalle istituzioni ma dalla gente della strada.

La giunta: “Piena fiducia a De Magistris”

Questa sera si è svolta la riunione pre-giunta durante la quale è stata confermata piena fiducia nel sindaco da parte degli assessori e l’importanza della massima compattezza per proseguire, nel solco della continuità, l’attività di governo, con l’assoluta convinzione che il periodo della sospensione sarà breve. Lo rende noto, in un comunicato, la giunta del Comune di Napoli.

Ed ora tocca al vice-sindaco Sodano

Dopo la scelta della “continuità” di De Magistris, entra in scena alla guida di Napoli il vice-sindaco Sodano che sostituirà il sindaco durante i 18 mesi di sospensione.