De Magistris su sequestro SSCN: “Comprendo amarezza De Laurentiis”. Poi boccia lo stadio fuori città

L’intervista del sindaco a Radio Crc sui rapporti tra il Comune e il Calcio Napoli

In un’intervista a Radio Crc De Magistris dice la sua sulla questione del sequestro dei 5 mln di euro sul conto della società Calcio Napoli e sull’idea – bocciata – di uno stadio fuori città, passando anche per alcune considerazioni sul suo rapporto con De Laurentiis

di Redazione

“L’amarezza del presidente è comprensibile, chiunque, destinatario di un’iniziativa giudiziaria per presunto danno erariale, può essere amareggiato. Quando si ha la coscienza a posto, però, non bisogna temere nulla, anche quando si è vittima di iniziative ingiuste”.

Con queste parole il sindaco di Napoli Luigi De Magistris è intervenuto ai microfoni di Radio Crc sulla questione del sequestro di 5 mln di euro sul conto della SSCN per i fitti non pagati allo stadio San Paolo.

La Corte dei Conti non è un ostacolo.

“L’intervento della Corte dei Conti non rallenta né ostacola il percorso avviato tra Comune e Calcio Napoli – chiarisce il sindaco, e aggiunge che si tratta di un percorso da “chiudere in tempi rapidi. La volontà c’èconferma il sindaco, bisogna soltanto avere pazienza perché si tratta di una “transazione complicata e difficile da risolvere“, perché “da un lato c’è un rapporto che deve sempre migliorarsi con il Calcio Napoli e dall’altro, dobbiamo anche tutelare i cittadini.

L’accordo tra Comune e Calcio Napoli resta.

L’intervento della Corte dei Conti – ha proseguito poi il primo cittadino – non ha nulla a che vedere con la trattativa che c’è tra me e il calcio Napoli. Non potevo immaginare che la Corte dei Conti facesse questo intervento”. Poi, il sindaco assicura che valuterà gli eventuali effetti che la vicenda potrebbe avere sui rapporti tra Comune e Calcio Napoli, “ma non credo ce ne saranno, perché ognuno agisce in piena autonomia. Ma il sindaco si dice certo del fatto che il Calcio Napoli farà valere le sue ragioni.

De Laurentiis ha fatto tanto per la nostra squadra.

Alla domanda sulle reazioni di De Laurentiis dopo il sequestro disposto dalla Corte dei Conti, il sindaco risponde di non aver ancora avuto modo di incontrare il presidente del Napoli. “Credo che ci vedremo lunedì, al San Paolo – in occasione del posticipo serale Napoli-Genoa. “Siamo ad un passo dalla firma per cui a breve ci incontreremo spiega. “Credo sia legittima l’amarezza del presidente del Napoli che tanto ha fatto per la nostra squadra. Poi De Magistris si lascia andare ad alcune considerazioni sul rapporto con Aurelio De Laurentiis: A volte abbiamo litigato – racconta – altre non siamo stati d’accordo su alcune vicende, ma De Laurentiis ha fatto tanto per la società e la squadra e noi come Comune e io come Sindaco lo apprezziamo ha concluso.

Stadio fuori città? Mai.

Infine, dinanzi all’eventualità di realizzare un nuovo stadio fuori dal perimetro della città, in periferia se non in provincia, il sindaco appare categorico: “Lo stadio fuori Napoli è una cosa contro natura, questa eventualità non l’ho mai presa in considerazione e mai lo farò fino a che sarò Sindaco di Napoli. Ci sono tutte le condizioni per rifare uno stadio nuovo, a Napoli. Siamo nella condizioni migliori per poter consentire tutto questo. Napoli è una città dove tutto è più complesso, ma anche tutto più affascinante”.

21 febbraio 2014