De Magistris al ritorno da New York: "Napolitano pessimista. A breve incontro De Luca. Rimpasto Giunta? Serve chi ha motivazioni"

De Magistris al ritorno da New York: “Napolitano pessimista. A breve incontro De Luca. Rimpasto Giunta? Serve chi ha motivazioni”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, al ritorno dal suo viaggio nella Grande Mela, a tutto tondo, sulla sua esperienza e sull’ultimo anno di mandato

“Un viaggio molto importante. Una missione molto proficua, di duro lavoro, che mi ha visto impegnato su più fronti”. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, definisce così il suo viaggio a New York. Nel quale ha avuto modo di affrontare moltissimi temi e creare una linea comune con il primo cittadino della Grande Mela, Bill De Blasio. “E’ stato un incontro fondamentale con lui, che ha avuto ad oggetto soprattutto il tema della migrazione. Un grande confronto con De Blasio che è impegnato ogni giorno a favorire sempre più una migrazione di ritorno verso Napoli e la Campania, attraverso una serie di iniziative importanti”.

 

Dall’incontro con Bill De Blasio nascerà il Manifesto del 41esimo parallelo: “Obiettivo redigerlo entro estate”

Migrazione, ma non solo. “Anche diritti civili, politica, le nostre comunità. Abbiamo discusso di tutto“. E, da questa discussione “l’idea, in particolare, di un documento politico su come due città del 41esimo parallelo possano provare a mettere insieme le loro forze per costruire comunità meno diseguali, con maggiori libertà civili, con minori diseguaglianze e anche con costruzioni di modelli economici culturali che siano altri rispetto alla società consumistico-capitalista che sta vivendo un momento di crisi strutturale”. Un documento, ha confermato de Magistris, che “elaboreremo personalmente, grazie a uno scambio di email tra di noi. L’obiettivo è redigerlo entro l’estate e ovviamente parlerà di tutto. Dalle libertà civili, alla migrazione come un valore. Poi la lotta alle diseguaglianze, il contrasto alle mafie. Il nome potrebbe essere proprio Manifesto del 41esimo parallelo“.

Tra gli incontri fatti a New York, il sindaco partenopeo ha definito “importante quello con la Camera di Commercio in ottica di come si possa oggi investire nella nostra città. Costruire percorsi con cui agevolare investimenti a Napoli e da Napoli verso New York”. Inoltre sono state “messe le fondamenta del Pizza Village l’anno prossimo a New York”. Insomma una “visita a tutto tondo, parlando della pizza, la politica, economia, commercio, turismo e cultura. Con l’idea di portare il San Carlo a New York nel 2016. E organizzare, attraverso borse di studio, degli scambi culturali tra scuole e anche le Università”.

 

La soddisfazione di de Magistris per gli arresti a Forcella: “Complimenti alle forze dell’Ordine”

De Magistris ha avuto modo anche di parlare di ciò che accadeva a Napoli durante la sua assenza. Come l’operazione che ha portato a 60 arresti a Forcella. “Ci tengo a fare i complimenti alle forze dell’Ordine. Stiamo facendo un lavoro complicato per il quartiere, ma con risultati, grazie a iniziative fatte (Piazza Forcella) e che si faranno. Il quartiere va presidiato con iniziative che contraddistinguano la rinascita della nostra città, attraverso un lavoro comune, come stiamo facendo con il nuovo prefetto.

.

Le parole di Napolitano commentate da de Magistris: “Atteggiamento pessimistico che non condivido”

Non ha gradito, e non fa nulla per nasconderlo, invece, le dichiarazioni di Giorgio Napolitano sulle occasioni perse e i progetti non portati a termine su Napoli. “Io ascolto tutte le citazioni e le sollecitazioni di cittadini e istituzionali, ma colgo nelle parole di Napolitano un atteggiamento pessimistico che non condivido. E’ una fotografia della città che è fuori dalla realtà. Non voglio fare polemiche con l’ex presidente della Repubblica. Ma lui non detta la nostra linea politica. Per fortuna”.

 

De Magistris interviene anche sul caso De Luca: “La mia vicenda è diversa. C’è necessità di collaborazione”

E in tema di politica, non è mancato un riferimento al neo presidente della Giunta Regionale della Campania, Vincenzo De Luca. “E’ una situazione molto complessa. E ci tengo a precisare che la mia storia è diversa rispetto a quella di De Luca e Berlusconi. Non dico migliore, ma senza dubbio diversa. In ogni caso, nei prossimi giorni lo incontrerò. Sarà un incontro importante e per il quale sono molto motivato. C’è la necessità di un confronto, di un dialogo e di forte collaborazione. De Luca comincia il suo mandato in un contesto difficile sul piano personale, ma da parte della Giunta Comunale ci sarà massima collaborazione.

 

De Magistris potrebbe attuare un ulteriore rimpasto nella Giunta: “E’ l’ultimo anno, serve squadra pronta”

Giunta Comunale che, dopo le dimissioni dell’ormai ex assessore Franco Moxedano, in seguito proprio al suo nuovo ruolo nel Consiglio Regionale, vedrà un volto nuovo nei prossimi giorni. Ma non è detto sia l’unico nell’ottica di un ulteriore rimpasto. “Ci sono scelte da fare in questi giorni, anche sulla base del quadro politico cambiato dopo le Regionali. Ho qualche nome in testa. Vorrei comunque un assessore che dia uno slancio alla Giunta. Sono contento della mia squadra fino ad oggi, ma vorrei trovare una squadra che abbia giuste motivazioni per l’ultimo anno. Il mese di giugno è fondamentale. La squadra c’è, bisogna vedere se sono tutti pronti”.