de laurentiis

De Laurentiis: “Tanti auguri a Lapadula. Mai chiesto Immobile. Sullo stadio dico che…”

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha commentato la decisione dell’ex Pescara di firmare per il Milan dopo la trattativa con gli azzurri

“Noi vogliamo calciatori innamorati di Napoli e che vengano qui a giocare contenti. A Lapadula dico che ha fatto benissimo a scegliere il Milan: tanti cari auguri e che Dio lo protegga”. Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis commentando la decisione del capocannoniere della Serie B di firmare per il Milan dopo una lunga trattativa con il Napoli.
“Al suo posto – ha aggiunto De Laurentiis a Radio Kiss Kiss – avrei fatto lo stesso. Avrà visto che qui aveva davanti Higuain, Gabbiadini, Mertens, Callejon e Insigne, che spero venga impiegato contro la Spagna agli Europei; e avrà pensato: quando giocherò? Se ha deciso di andare al Milan, forse è perché i rossoneri hanno meno stress e obblighi: non giocheranno in Europa e sono un club in ricostruzione. Va benissimo, vuol dire che lì giocherà di più”.

“Immobile? Se lo avessi voluto veramente, visto che ha lo stesso agente di Lapadula, gli avrei detto: dammi Immobile”. E’ il commento con cui il numero uno azzurro ha precisato alcune dichiarazioni riportate ieri dai media spagnoli sul presunto interesse del Napoli per il centravanti di proprietà del Siviglia. “Immobile – ha spiegato il patron – è un ottimo calciatore che andrebbe bene in un Napoli che giocasse con un altro modulo o, magari, per ricomporre la triade con Verratti e Insigne che fece faville al Pescara. Ieri, per far chiarezza, ho risposto alla telefonata di una testata giornalistica spagnola che mi chiedeva di Immobile ed ho solo detto, scherzando: certo, se me lo danno gratis”.
Intanto, dopo l’incontro con il sindaco Luigi De Magistris, De Laurentiis è ottimista di risolvere i problemi prioritari dello stadio San Paolo: “Troveremo un modo per sistemare in 40 giorni di lavori le cose più urgenti per non far brutte figure all’esordio in Champions”.