Cristina Donadio, arriva la nuova cattiva di Gomorra-La serie

Cristina Donadio, arriva la nuova cattiva di Gomorra-La serie

Manca poco all’inizio delle riprese di Gomorra-La serie e Cristina Donadio è pronta a interpretare la nuova regina del male dopo la morte di donna Imma

Mancano pochi giorni all’inizio delle riprese di Gomorra-La serie e di questo secondo ciclo si sa molto poco, ma una certezza c’è: Imma Savastano è stata ammazzata e, morta ‘a leonessa, nella serie arriverà un altro personaggio femminile, una nuova regina del male capace di reggere il confronto con il ruolo interpretato da Maria Pia Calzone.
Così, per il posto lasciato vacante da donna Imma, è stato disegnato un nuovo personaggio per il quale, naturalmente, è stato fatto un provino ad hoc. Ha superarlo è stata Cristina Donadio che sarà la nuova Erinni di Secondigliano.

Per l’attrice, diventata un’icona della Napoli contemporanea a partire dai film di Pappi Corsicato, si tratta di una meritatissima occasione. Se non altro perché con Gomorra è recidiva. L’anno scorso, infatti, aveva partecipato al provino proprio per il ruolo di Imma Savastano, ma fu esclusa. Come lo sono state quest’anno altre aspiranti boss, tra le quali c’erano volti di grande efficacia come quello di Loredana Simioli, protagonista di Reality di Matteo Garrone (già regista del Gomorra cinematografico), Mariangela D’Abbraccio e Cinzia Mirabella.

Cristina Donadio, la cattiva perfetta

Cristina Donadio sarà una perfetta cattiva. Come lo è stata in Io Clitemnestra, tratto da Il verdetto di Valeria Parrella (di cui firmava anche la regia) che riscrisse la tragedia ambientandola nella Napoli degli anni 80, devastata dalle guerre di camorra. Agamennone era un boss latitante e lei la sua donna, un’ex ragazza della buona borghesia partenopea che per amore era diventata una delinquente: la peggiore di tutte che, come Imma, si sostituisce al marito latitante nella gestione del clan e infine lo uccide a sangue freddo. Possiamo essere certi che nel nuovo ruolo all’interno di Gomorra, Cristina Donadio, porterà tracce genetiche di questa Clitemnestra criminale.

Cristina Donadio, gli esordi nel mondo del teatro

Esordio con Nino Taranto nel 1977, scritturata da Eduardo (ma non recitò con lui perché le fu impedito da un problema di salute), in scena con Aldo Giuffrè, Mico Galdieri, Aroldo Tieri, Gianni Agus e molti altri, Cristina Donadio riesce sin dagli inizi a mostrare con le sue corde i mali di Napoli. Sin da Carmela, il personaggio di un episodio di Libera di Corsicato che, all’inzio degli anni Novanta, la rese celebre. Un adolescente uscito dal riformatorio torna a vivere nel basso dov’è nato e alla fine scopre che quella che credeva fosse sua madre è in realtà suo padre, un trans abbandonato dalla moglie quando lui era in fasce.

L’ambiguità di Carmela ha consegnato la maschera di Cristina Donadio alla storia del cinema così come la sua presenza privilegiata nei tanti spettacoli di Enzo Moscato di cui è senz’altro la musa.
Cristina Donadio è quindi pronta a vestire i panni di questa nuova spietata creatura di Gomorra-La serie che, ne siamo certi, conquisterà il pubblico della nuova stagione di Gomorra.

Leggi anche: Gomorra, indiscrezioni sulla seconda stagione – Gomorra-La serie, un’anticipazione sulla seconda stagione