Costituzione Italiana in napoletano: la novità arriva da Scampia

Costituzione Italiana in napoletano: la novità arriva da Scampia

La Costituzione Italiana in napoletano, la novità arriva da Scampia grazie a Mariagrazia Cerrito, insegnante precaria presso l’Istituto “ITI G. Ferraris”.

La Costituzione Italia in napoletano, la novità arriva da Scampia, uno dei quartieri più difficili di Napoli. Mariagrazia Cerrito, insegnante precaria presso l’Istituto “ITI  G. Ferraris”, attraverso un metodo didattico del tutto innovativo, ha “tradotto” gli articoli della Costituzione Italiana in lingua napoletana.

 

Costituzione Italiana in napoletano: ecco parte dell’elenco

Il testo è stato stampato su magliette, indossate dai ragazzi stessi, grazie al contributo economico degli insegnanti, degli studenti e delle rispettive famiglie. Ecco parte dell’elenco, riportato da Repubblica.it:

Art.1 E’ o popolo ca cummann (Sovranita’ del popolo);
Art.2 Tenimm’ diritt ca nisciun ce po tucca’ e duver c’amma rispetta’ (Inviolabilita’ dei diritti)
Art.3 Simme tutt’ ugual’ annanz’ a legg” (Principio di uguaglianza)
Art.4 Tutt quant amma fatica’ pe ffa’ crescer a societa’  (Diritto al  lavoro)
Art.5 L’ Italia e’ una sola e nun se po sparter ma ce stann region, province e cumun (Autonomie locali)
Art.6 Pur se parl n’ata lingua va ben o’ stess (Minoranze linguistiche)
Art.7 O’ Stat e a Chies s’anna fa ciascun e fatt lor (Principio di laicita’ dello Stato)
Art.8 Nisciun te rice nient se si cristian, buddist’, testimon e geov o evangelist (Liberta’ di culto)
Art.9 O’ patrimonio storico, o’ paesagg, a cultur e ricerc s’anna rispetta’ e tutela’  (Tutela del patrimonio storico, artistico e della ricerca)
Art.10 O’ stranier s’adda tutela’ se rint o’ paes suoje nun ten a liberta’ (Tutela dello straniero)
Art.11 A guerr’ nun se po ffa’ si n’at Stat vuo’ attacca’ (Ripudio alla guerra)
Art.12 O’ tricolor e’ verd, bianc e russ (La bandiera italiana)
Art.21 Putimm ricere chell ca pensamm (Libertà di manifestazione del pensiero)
Art.29 Marit e muglier stess diritt e duver (Uguaglianza dei coniugi)
Art.32 Pe ce curà nun pe forz s’addà pavà (Diritto alla salute)
Art.34 A scol nun s’adda pavà (Gratuità dell’istruzione)
Art.40 O’ scioper se po ffà (Diritto allo sciopero)
Art.48 O’vot è personal, ugual, liber e segret (Diritto al voto)

Un piccolo cambiamento, una piccola rivoluzione per aiutare gli studenti a capire, in un modo anche divertente, la Costituzione Italiana, i diritti dell’uomo e, prima di ogni cosa, la legalità, un concetto spesso dimenticato.