Costa Concordia: fratello di una vittima telefona a Schettino

Dopo la condanna a 16 anni di reclusione per Francesco Schettino, il fratello di una delle vittima telefona all’ex comandante

Una telefonata, pochi minuti, subito dopo la conferma della condanna, un attimo prima che Francesco Schettino varcasse la porta del carcere di Rebibbia. A farla è stato Kevin Rebello, fratello di Russel, il cameriere indiano di 33 anni che fu una delle 32 vittime della Concordia, l’ultimo corpo che il mare restituì solo il 3 novembre 2014. “Ho visto la notizia su internet e ho pensato che anche lui ha una famiglia, una figlia“, dice Kevin. “Gli ha fatto molto piacere. Magari andrò a trovarlo in carcere, ma non ora“, dice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *