Coronavirus, il “paziente 1” di Codogno respira autonomamente

Nelle ultime ore le sue condizioni hanno fatto registrare un significativo miglioramento.

“Il paziente ‘uno’ e’ stato trasferito dalla terapia intensiva a quella sub intensiva. E’ stato cioe’ ‘stubato’ in quanto ha iniziato a respirare autonomamente”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. Il 38enne manager dell’Unilever è ricoverato a Pavia, mentre sua moglie, incinta di 8 mesi, è tornata a casa da qualche giorno dopo essere stata ricoverata al Sacco.

Nelle ultime ore le sue condizioni hanno fatto registrare un significativo miglioramento. Il “paziente 1” era stato trasferito al Policlinico pavese, in gravissime condizioni, nella notte tra venerdì 21 e sabato 22 febbraio. Per due settimane le sue condizioni sono state considerate gravi, ma stabili, dai medici del San Matteo: ora è arrivato un significativo miglioramento che potrebbe rappresentare il primo passo verso la guarigione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *