Il Coronavirus non ferma la vita, nello zoo di Napoli vuoto nascono i cuccioli

Francesco Floro Flores, proprietario dello zoo di Napoli descrive i giorni difficili del parco partenopeo, chiuso per il covid19

Francesco Floro Flores, proprietario dello zoo di Napoli descrive i giorni difficili del parco partenopeo, chiuso per il covid19

Questa per lo zoo sarebbe la stagione migliore dell’anno, Pasquetta è il nostro giorno top, negli altri anni abbiamo anche 10-15.000 visitatori in quel giorno“. Così Francesco Floro Flores, proprietario dello zoo di Napoli descrive i giorni difficili del parco partenopeo, chiuso per il covid19 e con costi molto alti per la cura degli animali: “Spendiamo in media 200.000 euro al mese per mantenere tutto in perfette condizioni e prenderci cura dei nostri ospiti“, spiega Floro Flores.

I cancelli sono chiusi, l’area è deserta sotto il sole di aprile ma lo zoo è pieno di vita. Con gli animali ora ci sono solo gli addetti alla pulizia e manutenzione, e il veterinario Pasquale Silvestri: “Questo è un periodo di nascite e ci prendiamo cura di tutti i nostri ospiti. In questi giorni sono nati un gibbone e anche degli istrici“. “La crisi di questo periodo – spiega Floro Flores – riguarda anche tutti gli altri parchi zoologici. Qualcuno al ministero dovrebbe interessarsi della nostra crisi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *