Coronavirus, dall’11 al 15 gennaio la Campania in zona gialla

La Campania rientra tra le regioni che da lunedì saranno inserite nella cosiddetta fascia gialla: ecco cosa cambia.

La Campania rientra tra le regioni che da lunedì saranno inserite nella cosiddetta fascia gialla: ecco cosa cambia

Zona arancione per Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto. Tutte le altre regioni in zona gialla. Lo prevede una nuova ordinanza che sarà firmata in serata dal ministro della Salute Roberto Speranza e andrà in vigore a partire da domenica 10 gennaio. Lo sottolinea in una nota il ministero della Salute. L’ordinanza arriva sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia.

Secondo quanto emerge dalla bozza del monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità (Iss)-ministero Salute, relativo al periodo 28 dicembre 2020-3 gennaio 2021, “Calabria, Emilia Romagna e Lombardia un Rt puntuale significativamente maggiore di 1, altre 6 lo superano nel valore medio (Liguria, Molise, Sardegna, Sicilia, Umbria, Valle d’Aosta), altre 4 hanno un valore uguale, la Puglia, o che lo sfiora, Lazio, Piemonte, Veneto“. Il Veneto, infine, “mostra un tasso di incidenza particolarmente elevato, rispetto al contesto nazionale”.

La bozza sottolinea che “sono 12 le Regioni e province autonome a rischio alto questa settimana, 8 a rischio moderato (di cui due ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e solo una Regione (Toscana) a rischio basso“.

Ecco cosa sarà possibile fare in Campania e nelle altre regioni inserite in fascia gialla.

Spostamenti solo all’interno della Regione
Apertura bar e ristoranti fino alle 18, poi sarà consentito solo asporto
Negozi aperti fino alle ore 20
Restano ancora chiuse palestre e cinema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *