Coppa Italia, Inter Ko: al Meazza festeggia la Roma

Sarà una finale di Coppa Italia tutta romana quella che si disputerà il 26 maggio all’Olimpico. Alla chiamata della Lazio rispondono i cugini giallorossi che dopo il 2-1 dell’andata vincono anche nel ritorno contro un Inter ormai alla deriva. 2-3 il risultato finale per la Roma.

Grande protagonista Mattia Destro, autore di una doppietta che lancia in orbita Andreazzoli e fa sprofondare ancor di più Stramaccioni. Per lui esonero in vista? A Moratti l’ultima parola.

Eppure i nerazzurri, in forte emergenza, partono bene e vanno in vantaggio con Jonathan al 21°, sfiorando poi il raddoppio con Rocchi. La Roma però inizia gradualmente a farsi pericolosa e va vicina al pareggio con Destro e Florenzi, ma Handanovic si traveste da Supereroe e sventa il pericolo. La prima frazione si chiude con i nerazzurri virtualmente qualificati.

Si tratta comunque di un’effimera illusione e quando Destro trova il gol del pareggio, all’11° della ripresa, di colpo l’incanto si spezza. La molle retroguardia dei padroni di casa concede spazi invitanti per Totti e compagni e Destro, ex di turno, viola per la seconda volta la porta di Handanovic.

Il doppio affondo della Roma manda Ko l‘Inter che subisce anche la rete dell’1-3 di Torosidis per poi trovare il colpo di reni e accorciare con Alvarez, a giochi ormai conclusi.

Nella sfida che valeva non solo la finale di coppa, ma l’intera stagione, passa dunque la Roma che può dare così l’assalto al primo trofeo della gestione “americana”.

L’Inter può certificare invece questa annata come altamente fallimentare. Al momento fuori dalle coppe europee e lontana dai piazzamenti Champions i nerazzurri salutano anche la Coppa Italia. I tanti infortuni sono un’attenuante, ma non devono rappresentare un alibi. Urge un cabiamento di rotta, se possibile.

Francesco Monaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *