Coppa Davis: a Napoli pioggia battente, Fognini-Ward posticipato

Posticipato causa pioggia il match tra Fabio Fognini e James Ward

Il grande tennis a Napoli non s’ha da fare; oggi infatti, prima giornata dei quarti di finale della Coppa Davis, è iniziata nel modo peggiore: una scrosciante, fastidiosa e battente pioggia si sta riversando sulla città impedendo il regolare svolgimento dell’evento. Questa è comunque una grande occasione per l’Italia del tennis e Napoli può essere il trampolino di lancio. Dopo anni bui, il tennis azzurro deve confermare il suo momento di rinascita e quindi di essere finalmente maturo per palcoscenici importanti.

Il nemico pioggia

E’ da sempre che la pioggia, nel tennis, è un fattore più che avverso. Non ci sono vere e proprie regole in merito alla possibilità di sospendere una partita per pioggia; tutto è nelle mani del direttivo del torneo: le partite possono essere rinviate a qualche ora aspettando che la pioggia passi, oppure possono essere rinviate al giorno dopo o addirittura a data da destinarsi solo in casi estremi. Di recente ci sono stati casi in cui partite, anche di tornei importanti, sono state rinviate o addirittura fermate momentaneamente per la fitta pioggia. Basti pensare al Roland Garros del 2013 a Parigi, le cui partite alcune furono posticipate di ben due ore ed altre addirittura slittate al giorno dopo.

Fognini-Ward posticipato

La pioggia in questo sport vince quasi sempre ed anche oggi la fa da padrona costringendo a far slittare il match tra Fabio Fognini e James Ward, primo protagonista azzurro impegnato nel quarto di finale di Coppa Davis contro l’Inghilterra. Il match, previsto per le 11.30 di oggi, è momentaneamente posticipato in attesa che la pioggia passi. I campi sono stati coperti con dei teloni e non appena la pioggia darà tregua si potrà riprendere in 15 minuti. Non si sa quando si inizierà, ma Napoli aspetta trepidante; lo spettacolo deve pur continuare.