Concerto per le casalinghe, l’Inail promuove l’assicurazione contro gli incidenti domestici

Campagna di sensibilizzazione per l’assicurazione per le casalinghe

di Redazione

Napoli – Un concerto in chiesa per sensibilizzare le casalinghe a stipulare un’assicurazione contro gli infortuni. L’evento si terrà questa sera alle 19, nella basilica del Carmine in piazza Mercato, ed è promosso dall’Inail e sostenuto dal cardinale Crescenzio Sepe e dall’Asl Napoli 2. La serata avrà lo scopo di promuovere presso le donne e gli uomini di Napoli, tra i 18 e i 65 anni, che lavorano in casa l’opportunità di tutelare la propria salute attraverso l’assicurazione obbligatoria anti-incidenti domestici.

Scade oggi il termine per dotarsi dell’assicurazione che costa 12 euro e 91 centesimi. E’ gratuita per le fasce deboli, cui l’Inail ha garantito un fondo da oltre un milione di euro, ma chi non ha effettuato la richiesta di assicurazione entro oggi, riceverà presto una piccola sanzione. In caso di incidenti domestici che, ricordiamolo, in Italia sono circa 4 milioni l’anno secondo le stime, il rimborso garantito in qualità di rendita mensile varia da 186 euro a circa 1300 euro, a seconda della gravità dell’infortunio subito. Finora solo 132mila campani si sono registrati all’Inail per garantirsi la copertura assicurativa contro gli infortuni casalinghi, ma – come ha sottolineato anche il direttore regionale dell’Inail Emidio Silenzi –  sono “ancora poche rispetto al numero delle casalinghe” della regione.

Il concerto di questa sera, organizzato dai project manager Anna Spisto e Armida Vitale, avrà come protagonisti baritoni e soprani, n0nchè il coro polifonico di Frattamaggiore; ma prima, spazio alla campagna di sensibilizzazione: saranno i dirigenti dell’Inail a spiegare al pubblico, dall’altare della basilica, i vantaggi di un’assicurazione a costi irrisori, in grado di tutelare chi trascorre la propria giornata lavorativa in casa.

31 gennaio 2014

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *