Il Comune “sbaglia” l’ordinanza. Dove si riunisce la BCE?

Il Comune di Napoli sbaglia l’ordinanza che comunica su dove si svolgerà il vertice BCE? Chi ha torto e chi ha ragione?

Secondo il Comune di Napoli il Consiglio della BCE non si svolgerà nella Sede del Museo di Capodimonte ma presso la Stazione Marittima del Porto di Napoli. I manifestanti, i media mondiali, e tutto il contorno,  sono consapevoli del contrario, ma chi sarà in errore? Chi sbaglia il Comune di Napoli o il resto delle genti sul globo terraqueo?

bando comune

Il nostro dubbio è sorto non a partire da voci di popolo ma in base a quanto pubblicato  il 29 settembre 2014 con l’Ordinanza dirigenziale della Direzione Centrale Infrastrutture, Lavori pubblici e Mobilità, Servizio mobilità sostenibile. Quest’ultima avvisava che dal 1 al 3 ottobre 2014 la città di Napoli ospiterà il Consiglio Direttivo della BCE e l’Assemblea delle Piccole Imprese SME. Le sedi dei due eventi saranno rispettivamente la Stazione Marittima del Porto di Napolì e  il Museo di Capodimonte.

Una piccola precisazione. Dal 1 al 3 ottobre Napoli sarà al centro dell’attenzione di tutti i media mondiali, ospitando uno dei vertici politici ed economici più importanti al mondo, eppure, nella comunicazione ufficiale del Comune di Napoli appare in un più che probabile errore, ma il dubbio permane: dove si svolgerà il Consiglio della Banca Centrale Europea? Nella Stazione Marittima del Porto di Napoli o nella Sede del Museo di Capodimonte? Tutti hanno frainteso i programmi o è il Comune ad essere nel giusto?

Nel frattempo un corteo da al via i preparativi per manifestare contro la BCE a Capodimonte, una città intera è stata blindata e bloccata, eppure, aleggia ancora il dubbio su dove si svolgerà il dorato consesso.

Al centralino di Palazzo San Giacomo rispondono che non sanno nulla in merito. Si dice che tutti sanno che il Consiglio della BCE si svolgerà a Capodimonte e si ignora quanto è stato riportato sull’Ordinanza suddetta, anzi, essa risulta irreperibile negli uffici.

Quali urgenti e gravosi uffici distraggono, o hanno distratto, i funzionari comunali in merito a queste importanti informazioni? Perché Palazzo San Giacomo non conosce i documenti che emana?