Comune di Napoli, la Giunta approva il bilancio 2019: 54 milioni per Anm

Prevista anche la stipula di un contratto triennale con la partecipata Napoli Servizi.

L’ok da Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, arriva nella tarda serata di ieri.

Nel bilancio 2019 il Comune di Napoli conferma il proprio contributo ad Anm (Azienda napoletana mobilità) per un valore di 54 milioni di euro e prevede la stipula di un contratto triennale con la partecipata Napoli Servizi. ”In questa manovra di bilancio – ha spiegato il sindaco Luigi de Magistris tra le varie misure c’è il consolidamento di tutte le partecipate tra cui Napoli Servizi che ha vissuto mesi complicati e Anm per cui se dovessimo andare dietro alla Regione Campania, noi al 31 dicembre 2019 non avremmo più il servizio di trasporto. Questo sforzo – ha aggiunto – testimonia l’amore e la generosità che l’amministrazione mette in campo per l’azienda pubblica”.

L’ok alla manovra, arrivato nella tarda serata di ieri in Giunta, è stato definito dal primo cittadino ”una bella notizia per la città perché, per come ci hanno ridotto negli anni i Governi e per il peso dei debiti storici, a Napoli nulla è scontato”. Nel documento contabile – come riferito – sono previsti contributi ”innovativi” per migliorare e rafforzare la riscossione e la lotta all’evasione che – ha sottolineato de Magistris – ”già registrano miglioramenti importanti rispetto all’anno scorso” e anche l’adozione di strumenti tecnologici, come i droni, per il controllo dall’alto di inquinamento e discariche. Il testo stanzia anche 500mila euro per il diritto all’abitare e ”mantiene intatto” gli interventi in materia di welfare.

De Magistris allontana lo spettro del fallimento

”Per abbattere questa città, questa amministrazione e questo popolo ci vuole altro. Non solo il Comune non è in fallimento e nemmeno vicino al crac ma anzi noi rilanciamo con un’azione che la città avvertirà e di cui comprenderà la serietà nonostante il contesto normativo e finanziario nazionale grave e dove si è ripreso a tagliare agli enti locali”. Ha proseguito de Magistris, parlando dell’ok della Giunta al bilancio 2019 e al triennale 2019-2021. Misure, quelle contenute nei documenti contabili, a cui – ha sottolineato- , ”tra qualche giorno si aggiungeranno oltre 200 milioni di euro da Cassa Depositi e Prestiti per pagare i creditori e a fine maggio ulteriori 100 milioni dalla Città metropolitana dal piano di investimenti. In questo modo – ha concluso – potremo dire che è in atto piano strutturale e di investimenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *