Tommaso Sodano si è dimesso da vice sindaco del comune di Napoli

Comune di Napoli: si è dimesso il vice sindaco Tommaso Sodano

Tommaso Sodano aveva comunicato la sua scelta già al sindaco di Magistris. Duro attacco al capo di gabinetto Auricchio: “E’ stato un cattivo consigliere”

Tommaso Sodano si è dimesso dall’incarico di vice sindaco del Comune di Napoli, lasciando la giunta de Magistris. Lo ha comunicato lo stesso Sodano in un incontro con la stampa. “Non avrei pensato di terminare il mio incarico prima della fine della consiliatura – ha detto Sodano – ma lo faccio per una scelta personale e ringrazio il sindaco de Magistris per l’esperienza”.

 

Tommaso Sodano aveva comunicato la sua scelta già al sindaco Luigi de Magistris

Sodano, che aveva sostituito il primo cittadino durante il periodo di sospensione per effetto della legge Severino, gestiva anche la delega all’Ambiente e all’Igiene urbana. La notizia è stata resa pubblicamente solo dopo la comunicazione in forma privata allo stesso de Magistris. “Per me in politica serve la lealtà, non servono i servi sciocchi. Chi mi conosce sa che sono stato molto ferito dalla costituzione in giudizio del Comune nel processo in cui sono imputato, una scelta che giudico inopportuna”.

 

Le accuse di Tommaso Sodano al capo di gabinetto Auricchio: “Cattivo consigliere. Gestione dei rifiuti rimanga pubblica”

Accuse dirette, sono state lanciate, invece, nei confronti del capo di gabinetto, Attilio Auricchio. “E’ lui che secondo me, e lo posso dire pubblicamente, che ha dato dei consigli al sindaco che non condivido e che non posso accettare, soprattutto nell’ambito di scelte ambientali. E’ stato un cattivo consigliere. Io non condivido che l’Asia, l’azienda ambientale, venga messa in una holding e spero che venga mantenuta l’identità politica per cui la gestione dei rifiuti deve essere sempre pubblica”. Accuse dopo le quali, al termine della conferenza stampa, Sodano ha comunque voluto ringraziare de Magistris. “Ringrazio il sindaco e spero che torni a fare il sindaco anche nella prossima consiliatura”