Comprare la macchina: una guida per risparmiare

Comprare la macchina: una guida per risparmiare

Quando si deve comprare la macchina bisogna prendersi tutto il tempo necessario per fare una scelta ponderata e non affrettata

Comprare la macchina a volte diventa inevitabile: quella che si possedeva ormai è vecchia e non funziona più, si è cambiato lavoro e bisogna fare molta strada per raggiungerlo, la famiglia si è allargata e non ci si sta più in una Panda… All’acquisto di una nuova auto sono naturalmente legati dei costi e degli obblighi a cui non ci si può sottrarre, come ad esempio quelli relativi all’assicurazione, al tagliando e via dicendo. Diventa importante quindi pensare a tutti i modi possibili per risparmiare e utilizzando il portale di confronto assicurazioni auto di SuperMoney sicuramente si troverà quello più adatto alle esigenze del singolo.

1. Pensare al tipo di veicolo che ci serve

Quindi non è vero che comprare la macchina è sinonimo di salasso, basta impegnarsi un po’ fin da subito. Per prima cosa, bisogna pensare a quale tipologia di automobile è più adatta a sé in base alle proprie attività e necessità: una city car compatta è utile a chi non deve fare grandi spostamenti e non ha bisogno di tanto spazio, mentre se si è soliti fare lunghi percorsi su terreni sterrati una jeep potrebbe essere più utile. La station wagon poi è l’auto familiare per definizione.

2. Selezione del modello

Una volta capito questo primo fondamentale dettaglio, si può cominciare a fare una selezione dei modelli esistenti. È importante ricordare che spesso e volentieri veicoli diversi condividono la stessa tecnologia, per poter soddisfare le esigenze di tutti, in quanto il prezzo cambia. Un’auto di fascia media ad esempio può essere costruita nello stesso modo di una a fascia alta ma con delle caratteristiche che contribuiscono a diminuirne il costo. Nota bene: generalmente la versione benzina costa sui 2mila euro in meno del diesel.

3. Valutare l’usato e le km zero

Ci sono poi veicoli usati e a chilometri zero e se si vuole comprare la macchina risparmiando orientarsi verso questo tipo di scelta è un’ottima soluzione. Di norma sono direttamente i concessionari ad occuparsi della vendita di auto usate, che possono essere state utilizzate per un breve periodo oppure essere addirittura mai state usate, ma non sono proprio l’ultimo modello full optional. Il risparmio sull’acquisto dell’usato è generalmente del 20%, non due lire.

4. Incentivi statali e dei concessionari

Tenere d’occhio gli incentivi, statali e non, è un altro buon metodo di risparmio: possono essere legati alla rottamazione oppure all’acquisto rateizzato senza interessi e sono proposti anche dalle singole concessionarie o dai produttori.

5. Come comportarsi con offerte “valide fino al”

Attenzione però alle offerte “valide fino al…”, perché spesso, se si aspetta che arrivi la loro scadenza, vengono rinnovate con dei termini ancora più vantaggiosi. Soprattutto bisogna fare un rapido calcolo per valutare se effettivamente l’offerta proposta è vantaggiosa.

6. Non fidarsi troppo delle mini rate

Ultimo ma non ultimo, quando si acquista un’auto a rate bisogna leggere bene i termini del finanziamento: può capitare che vengano proposte rate di importo irrisorio per poi giungere alla fine con una maxi rata che ci stronca. È fondamentale quindi richiedere un preventivo per essere certi che sia tutto regolare.