Commissariamento di Bagnoli, Luigi de Magistris dice no

Commissariamento di Bagnoli, Luigi de Magistris dice no

Commissariamento di Bagnoli, il sindaco Luigi De Magistris contrario, il Governo dovrà solo mettere i soldi quando sarà il momento di avviare la riqualifica

Sul caso Commissariamento di Bagnoli ieri è intervenuto, all’emittente Televomero, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il quale ha fatto sapere a Matteo Renzi che “il commissario per Bagnoli non passa, è un atto eversivo, è una partita politica sporca”. Il sindaco a Roma per un vertice Anci-Governo alla presenza del Premier, come riporta il Mattino, non ha avuto però ancora modo per parlare con il premier sul tema bagnoli.

Commissariamento di Bagnoli – Scontro istituzionale

Luigi de Magistris avverte il governo su un possibile Commissariamento di Bagnoli: “Si avrebbe uno scontro istituzionale molto forte nel quale l’esecutivo non potrà che soccombere perché si mette contro una comunità e gli organi democraticamente eletti”. Il primo cittadino della città di Napoli ha inoltre sottolineato che è pronto già un piano per la riqualificazione dell’ex area Italsider, Matteo Renzi dovrà solo “come è suo dovere, mettere i soldi per la bonifica e per la rimozione della colmata. Dobbiamo sederci attorno a un tavolo e insieme approvare il piano per la città di Napoli” – conclude Luigi de Magistris.