Colpito da un proiettile alla testa a Natale

Colpito da un proiettile alla testa mentre era seduto sul divano di casa la notte di Natale. Vittima di un colpo di pistola vagante, la polizia indaga

È stato colpito da un proiettile alla testa la notte di natale, mentre era seduto sul divano di casa sua, al quarto piano di vico Zite, nella zona di Forcella, a Napoli. Si sta cercando di fare luce sulle vere cause del ferimento del giovane polacco colpito da un proiettile alla testa.

Colpito da un proiettile vagante alla testa 

Si chiama Giorgi Gorgadze il giovane polacco di 26 anni ed è gravissimo e rischia la vita. Era stato ricoverato all’ospedale Loreto Mare la scorsa notte, la vigilia di Natale, con una profonda ferita alla testa causata dal proiettile che ha terminato la sua corsa al centro del cranio. L’attività celebrale del giovane polacco risulterebbe assente secondo l’ultimo bollettino medico e la sua vita in pericolo.

La convivente sta prendendo parte ai sopralluoghi nell’abitazione della coppia. Secondo la sua versione il ragazzo polacco era seduto quando lei ha sentito il rumore dello sparo. Subito allertata, anche dalle richieste di aiuto del giovane ragazzo, è corsa nell’altra stanza e quando si è avvicinata lo ha trovato con la testa e le mani insanguinate. La donna ha immediatamente chiamato i soccorsi e un’autombulanza, che ha accompagnato il polacco nell’ospedale dove ora è ricoverato in fin di vita.

 

Non è chiara la dinamica dei fatti

Secondo gli investigatori, però, nella versione dei fatti fornita dalla donna ci sarebbero molti lati oscuri e poco chiari. Tra le ipotesi al vaglio della polizia c’è anche quella che vede il giovane vittima di un colpo di pistola vagante. Riscontrata anche la presenza di frammenti metallici vicino la ferita.