Cocktail flambè finito male: gravi ustioni per due minorenni napoletani

A Frattamaggiore, in provincia di Napoli, due ragazzini hanno subito gravi ustioni dopo aver bevuto una bevanda alcolica infuocata

Succede a Frattamaggiore: lui 16 anni, lei 14, napoletani, sono entrati in un locale e hanno ordinato due cocktail flambè. Non tutto è andato per il verso giusto, però, e la loro bravata gli è costata cara: gravi ustioni al viso e al corpo dopo aver ingurgitato la bevanda infuocata.

La corsa in ospedale

I due ragazzini si sono presentati di loro spontanea volontà ieri sera al Cardarelli di Napoli. La 14enne presenta ustioni al torace ed è stata ricoverata al reparto grandi ustionati, ma al 16enne pare sia andata peggio: per lui ustioni di secondo grado al voto e al petto che l’hanno portato ad essere trasferito d’urgenza all’ospedale Sant’Eugenio di Roma.

Di chi è la responsabilità dell’incidente?

Il titolare del famoso locale al centro di Frattamaggiore rischia ovviamente la chiusura e per ora è stato denunciato per aver servito alcool a minorenni e per violazioni di natura amministrativa. Nei prossimi giorni saranno ascoltati dei testimoni, ma intanto le versioni dell’accaduto sono discordanti secondo i racconti della ragazza, del ragazzo e del barman stesso. I primi sostengono che lo shaker sia esploso tra le mani del barista, quest’ultimo rilancia dicendo che i due ragazzini hanno bevuto volendo a tutti i costi sfidare le fiamme del cocktail flambè che gli era stato servito in modo corretto.