Clementino in concerto a Napoli (VIDEO)

di Claudio Albero

Dopo la vittoria di Rocco Hunt a “Sanremo Giovani”, arriva il momento di esibirsi per un’altra gloria del rap napoletano: stiamo parlando di Clementino. E’ prevista per Sabato 28 Febbraio un data del “Mea Culpa Tour” in terra partenopea, in cui il rapper presenterà al pubblico numerosi estratti da “Mea Culpa”, il suo ultimo lavoro discografico. Vedi l’esibizione live registrata dalle telecamere di Road Tv Italia.

LIVE CLEMENTINO

“Mea Culpa” è il terzo album di Clementino.

Nonostante la sua carriera discografica sia iniziata solo nel 2006 con il disco “Napolimanicomio”, il rapper napoletano ha alle spalle una gavetta non indifferente. Il suo nome è molto conosciuto nell’underground, in cui si è affermato vincendo quasi tutte le “Rap Battles” a cui ha preso parte, guadagnandosi, insieme ad Ensi, la fama di miglior “freestyler” in circolazione. Ha collaborato con diversi esponenti di spicco della scena napoletana, tra cui i 99 Posse, ‘Ntò, Co’ Sang, e tantissimi altri.

Ma le collaborazioni non si fermano qui.

Clementino ha, infatti, fatto parte dei Videomind e, insieme a Fabri Fibra, ha formato il duo Rapstar, con il quale ha pubblicato l’album “Non è gratis”. In occasione dell’edizione 2013 del Festival di Sanremo, si è esibito, insieme a Marcello Coleman e James Senese, cantando “Il Ragazzo della Via Gluck”. Ma è sul suo ultimo album che sono presenti le collaborazioni più prestigiose: il pezzo “Fratello”, secondo singolo estratto da “Mea Culpa”, vanta la presenza di Lorenzo Jovanotti, che ha speso parole di elogio per l’artista napoletano; Fabri Fibra ha dato il suo contributo per “Questa Volta”, i Negrita per Buenos Aires/Napoli”, ma l’elenco sarebbe ancora molto lungo.

Numerosi special guest per il concerto.

E’ stato lo stesso Clementino a svelare, attraverso la sua pagina facebook, la presenza di molti artisti ospiti, che calcheranno le assi della Casa della Musica insieme a lui. Il primo ad essere annunciato è stato ‘Ntò, seguito da Paura e Tayone dei Videomind, i Sangue Mostro, fino ad arrivare a Gigi Finizio, nome di spicco della scena musicale napoletana. Ci sono tutti gli ingredienti per dare vita ad una serata nel segno del rap “Made in Naples”, che, mai come adesso, può vantare dei numeri ed un seguito decisamente invidiabili.

28 febbraio 2014