Città della Scienza, lavoratori in subbuglio: “Noi, da 9 mesi senza stipendio”

Lo scorso marzo la firma dell’accordo per la ricostruzione di Città della Scienza decise lo stanziamento di 67 mln di euro. Ma oggi i lavoratori della Fondazione Idis sono senza stipendio da 9 mesi

Striscioni sono apparsi questa mattina davanti agli ingressi di Città della Scienza: “Da 9 mesi siamo senza stipendio”, “Stipendio = Futuro… Remoto”. È la protesta dei lavoratori della Fondazione Idis, che da 9 mesi non percepiscono lo stipendio nonostante Città della Scienza abbia riaperto i battenti lo scorso novembre dopo l’incendio che la devastò il 4 maggio 2013.

Sì alla ricostruzione, ma i soldi per gli stipendi non ci sono

Tanto lavoro c’è ancora da fare per ricostruire il polo scientifico-museale, ma la riapertura aveva dato una speranza di resurrezione ai lavoratori e a tutto il popolo napoletano. Oggi però la verità viene a galla: da 9 mesi gli oltre 60 dipendenti della Fondazione che gestisce Città della Scienza sono senza stipendio. Non è la prima volta che la Fondazione Idis si trova in difficoltà: l’ultima “crisi” fu nel 2010, e anche allora gli stipendi ai lavoratori di Città della Scienza non vennero pagati per diversi mesi. Lo scorso marzo la firma dell’accordo per la ricostruzione tra il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Campania e il Comune di Napoli confermò lo stanziamento di 67 mln di euro per la ricostruzione di Città della Scienza. Ma, a oggi, quei soldi non sono ancora arrivati.