Circumvesuviana: treno fermo ai binari per un principio d’incendio

Circumvesuviana: principio d’incendio su uno dei treni

di Redazione

Scisciano (NA) – Nella serata di ieri un treno della circumvesuviana lungo la linea Napoli-Baiano è rimasto bloccato sui binari nei pressi della stazione di Scisciano a causa di un guasto: un principio di incendio all’interno del vano cabina, quasi certamente di natura elettrica. Il macchinista, infatti, dopo aver sentito uno strano odore di bruciato, è sceso dal treno – in quel momento fermo perchè in attesa di incrociare un altro convoglio – si è accorto delle fiamme e ha provveduto a staccare il treno dalla linea elettrica.

Si trattava della corsa delle 19.48: i passeggeri a bordo hanno avvertito immediatamente che qualcosa non andava e hanno iniziato a preoccuparsi per l’odore di bruciato, chiedendo di scendere dal treno. “Per proseguire la corsa” – ha dichiarato poi il macchinista – ho utilizzato il treno che abbiamo incrociato, mentre il collega di quest’ultimo convoglio ha provato a portare comunque a Napoli l’intero treno incidentato”.

L’impresa, però, non è riuscita, dal momento che il ripristino della linea elettrica ha prodotto immediatamente altre fiamme. Il treno è stato, quindi, recuperato da tecnici specializzati qualche ora dopo.

Quello di ieri è il secondo incidente in quattro giorni. La situazione della circumvesuviana, insomma, continua ad essere grave: utilizzata ogni anno da circa 40mila passeggeri, ha una flotta di elettrotreni di cui Napoli non può certamente essere orgogliosa come un tempo. I treni sono spesso sporchi e ridotti in pessime condizioni tanto dall’inciviltà di alcuni passeggeri tanto dall’incuria e dalla poca attività di manutenzione; le corse sempre più spesso in ritardo o addirittura soppresse con conseguente sovraffollamento di passeggeri su ciascun treno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *