Cinque continenti e ospiti d’eccezione: si chiude il X Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

Si è chiuso il 5 dicembre sera lo straordinario percorso del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, che in questa decima edizione ha anticipato la settimana conclusiva con un mese di proiezioni itineranti per la città. Cinque continenti come tema delle giornate focus, ospiti illustri del calibro di Gino Strada, Maria Elena Benites e Iffat Fatima, il contributo delle istituzioni e delle organizzazioni internazionali hanno confermato l’importanza di questo appuntamento non solo nell’ottica di mettere in luce il cinema come strumento di comunicazione chiave sul tema dei diritti umani, ma anche per ribadire l’importanza di questi appuntamenti come occasioni di dialogo tra le realtà che operano nel settore.

Ad affermarsi nella categoria Documentari è “BÎR”, di Veysi Altay, che racconta il caso di sette persone, tra cui quattro bambini, scomparsi dalla città di Kerboran (Kurdistan) nel 1995, e la ricerca instancabile delle loro spoglie da parte delle famiglie. Nella categoria Short premio a “War Citizen” di Ahmad Zayery, un racconto di speranza, sofferenza e vita di tre bambini siriani che hanno subito vari traumi nella guerra: Ali, che era un corridore, Ghazal, che era un ballerino e Eidoo che voleva diventare un medico.

“Siamo fieri – spiega il coordinatore Maurizio Del Bufalo – di aver portato in città personaggi straordinari in tema di diritti umani, testimonianze di assoluto valore che già prese singolarmente valevano l’intera manifestazione. Siamo ancora più lieti di aver portato questa kermesse, grazie all’Assessorato alla Cultura e all’assessore Nino Daniele, nello Spazio Comunale Piazza Forcella, una dimostrazione nella dimostrazione. Siamo soddisfatti, ma riposeremo poco: siamo già pieni di idee, nuove connessioni e sinergie per mettere in piedi un altro Festival come questo nel 2019”.

Il Festival del Cinema dei Diritti Umani è stato organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli ed è patrocinato e sostenuto dall’Ambasciata Svizzera in Italia, dall’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo e dall’associazione 46° Parallelo. Media Partner: i Diari di Cineclub.

I VINCITORI DEL CONCORSO

Categoria Human Rights Doc

Vince: “BÎR” di Veysi Altay (TURCHIA, 2018)

Menzione speciale a “WE ARE ERCOLINI” di Giacomo Del Buono

Categoria Human Rights Short

vince WAR CITIZEN di Ahmad Zayery (SIRIA, 2018)

Menzione speciale a THE LAST GUARDIANS di Joe Tucker e Adam Punzano (UK, 2017)

Premio Giuria Popolare

vince “BÎR” di Veysi Altay (TURCHIA, 2018)

Premio Arrigoni

vince “SISTERS FOR SALE” di Ben Randall (AUSTRALIA, 2018)

Menzione straordinaria Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

vince “INSIDEOUTSIDE” di Roberto Orazi

ITALIA, 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *