Chiude la discarica di Chiaiano e la Sapna organizza un concerto: gli attivisti si indignano

La discarica di Chiaiano verrà chiusa e per festeggiare la Sapna organizza un mega-concerto con l’Orchestra del San Carlo, a gli attivisti anti-discarica dicono no

Si avviano le procedure di chiusura della discarica di Chiaiano e la Sapna, la società della Provincia di Napoli che si occupa della gestione rifiuti, ha avuto l’idea di celebrare l’evento organizzando un mega-concerto con la partecipazione dell’Orchestra sinfonica del Teatro San Carlo. L’amministratore unico della Sapna, Enrico Angelone, spiega: ”Si tratta di un evento sentito. Finalmente si avvia l’iter che tra un anno ci porterà alla chiusura di un sito che non doveva essere aperto

Sì alla messa in sicurezza: i lavori partiranno a settembre

A settembre dovrebbero partire i lavori della messa in sicurezza e della bonifica dell’area dopo il sì della Regione. E proprio a settembre, all’interno della Cava del Poligono, la Sapna vuole dare vita a questo grande concerto, per farlo, però, ha bisogno di almeno di 40 o 50 mila euro: ecco perché la società sta cercando sponsor tramite un bando che scadrà il 31 agosto. “Il concerto si terrà in una data che va dal 23 al 30 settembre, il Teatro San Carlo è già dalla nostra parte e sono stati già fatti alcuni sopralluoghi tecnici che sono risultati positivi“, dice Enrico Angelone.

I comitati: “Gliela facciamo noi la festa!

I comitati e le associazioni anti-discarica protestano all’idea di Angelone: “Non perdete tempo e denaro per questa pagliacciata! Pensate piuttosto alla bonifica del territorio. Un concerto non cancellerà le violenze che hanno subito gli attivisti, né si può fare un evento propagandistico sulla pelle dei cittadini che si ammalano ancora a causa della mala gestione dei rifiuti. Se insisteranno ad andare avanti con l’organizzazione del concerto, ci saranno i cittadini a dargli il benvenuto che si meritano.