Casa surace e tony cotina

Casa Surace e Tony Cotina ci augurano buona pasqua

Casa Surace e Tony Cotina. .Come sarebbe andata l’ultima cena di Gesù coi suoi discepoli se fossero esistiti smarphone, tablet e pc, ovviamente collegati a internet?

Se lo è chiesto il gruppo di videomaker napoletano Casa Surace, che ha lanciato una clip in cui viene ricreata questa situazione surreale. “Dopo il video sulle canzoni di Sanremo rivisitate in chiave 2.0, abbiamo voluto seguire quel filone, ma stavolta il tema preso in considerazione è stato la Pasqua», spiegano Andrea, Daniele, Alessio e Simone.”

Loro sono quattro ragazzi di Napoli, tutti under 30 e appassionati di cinema, teatro e internet, che da pochi mesi si sono messi insieme per produrre contenuti video da pubblicare in Rete.“Viviamo tutti nella stessa casa in pieno centro a Napoli. Un appartamento appartenuto alla famiglia Surace, un nome che non è mai stato tolto dalla porta. Così il nostro covo è conosciuto come “Casa Surace”, da lì è nato il nome del progetto”, raccontano. Del gruppo Andrea Di Maria è senza dubbio quello più noto, visto che già da tempo frequenta il web col nome d’arte di Tony Cotina. E poi a teatro lavora con la compagnia di Vincenzo Salemme, mentre al cinema ha all’attivo un film girato da Ermanno Olmi. Invece, Simone è il regista della compagnia, Alessio è un appassionato di letteratura e lavora nell’editoria, Daniele è un ingegnere col pallino del cinema e del teatro. Infine, ci sono Paolo, Gennaro e Stefano che fanno da supporto al gruppo e curano l’aspetto musicale, le luci e il montaggio video.

“Le idee nascono durante la nostra vita casalinga: a tavola, sotto la doccia o in altre situazioni domestiche – spiegano –. Siamo amici da sempre e abbiamo sempre coltivato il sogno di produrre corti e serie. Da dicembre abbiamo deciso di provarci davvero, ma non pensavamo di avere un tale riscontro già al secondo tentativo.” Un successo inaspettato, ma certificato dalle tantissime visualizzazioni ottenute da questa “Ultima cena 2.0”, in cui il discorso di Cristo agli apostoli viene continuamente interrotto dai vari segnali acustici che avvisano dell’arrivo di messaggi diretti ai commensali sui diversi social network.

E poi c’è Giuda che invia l’ultimo bacio a Gesù con una emoticon.E saranno all’insegna dell’ironia anche i progetti per il futuro: «Vincenzo Salemme ci ha chiesto di collaborare per la gestione di un suo canale su Youtube – annunciano –. Poi abbiamo in cantiere una web serie e una nuova canzone-parodia per Tony Cotina”. Insomma, sulla scia del successo strepitoso riscosso dai The Jackal negli ultimi anni, un’altra allegra combriccola dimostra che in quanto a ironia sul web i napoletani hanno una marcia in più.