Carmine Attanasio s'improvvisa giardiniere per protesta

Carmine Attanasio s’improvvisa giardiniere per protesta

Carmine Attanasio s’improvvisa giardiniere per protesta, si fa scattare delle foto e le invia alla stampa

Ennesimo gesto di protesta del consigliere comunale ambientalista del PD Carmine Attanasio stamani alle 8 che, dopo aver segnalato inutilmente nei giorni scorsi che le piante di via Verdi erano in fase di asfissia dell’apparato radicale per mancanza d’acqua, ha lasciato la giacca dal giornalaio ed in maniche di camicia ha innaffiato, ad una una, tutte le fioriere. “Erano giorni che le vedevo “morire lentamente” – dichiara Attanasio, – ma ero certo che qualcuno dei circa ventimila dipendenti del Comune di Napoli e delle sue Partecipate potesse essere incaricato, da un momento all’altro, a compiere il “gesto umanitario” di salvarle“.

 

Carmine Attanasio: “Ecco Napoli è piena di terriere non di fiorire”

Cosi non è stato e stamani, a fronte di un’altra giornata che si annuncia rovente, mi sono procurato un secchio e ad una ad una ho dato da bere alle assetate piante. Nulla di preordinato ma solo un gesto istintivo che spesso mi ha visto protagonista in città di analoghe azioni compiute senza clamore mediatico. Stamani invece ho chiesto di scattarmi delle foto e le ho diffuse alla stampa, – conclude Attanasio – ricordando anche l’abbandono di tutte le fioriere della città che, sempre più spesso e da anni, sono ricettacolo d’immondizia o desolatamente vuote, come si può evincere dalla foto di piazza Carità che ritraggono quelle che da oggi comincerò a chiamare “terriere”. “Ecco Napoli è piena di “terriere” non di fioriere“.